giovedì 28 ottobre 2010

Pavidea, brillante avvio di stagione

L’inizio del campionato di serie B2 femminile ha portato con se una gradita conferma: la Pavidea Fiorenzuola è ripartita nel campionato 2010/2011 da dove aveva concluso nella stagione precedente, con due vittorie in altrettante gare.

Siamo molto contenti di questo avvio positivo - conferma il Team Manager Micol Maserati - perché è il riconoscimento per il buon lavoro di coach Mazzola e per l’impegno che tutte le ragazze stanno mettendo. Sappiamo bene però che è solo un inizio, per capire quello che sarà il nostro valore nel campionato in relazione alle altre squadre bisognerà attendere ancora qualche partita. E in ogni caso il nostro obiettivo non cambia, l’impegno di tutti è quello di disputare un buon campionato con un occhio di riguardo alla crescita delle atlete più giovani inserite in rosa e in sestetto in questa stagione.

Sulla stessa lunghezza d’onda della società sono anche le protagoniste del buon momento della Pavidea, i due capitani Sara Cavallaro e Vera Ronchetti. Questa formula ormai consolidata del doppio capitano porta una componente di equilibrio all’interno dello spogliatoio, in cui Sara e Vera sono un riferimento per le compagne per impegno e serietà.

Stiamo migliorando tanto in tutti i fondamentali - spiega Vera Ronchetti, regista della Pavidea - grazie al lavoro del nostro allenatore e all’impegno che abbiamo messo fin dall’inizio della preparazione. Ci sono molti volti nuovi infatti e quegli automatismi che ci avevano portato a disputare l’ottima stagione scorsa devono essere adattati alle nuove arrivate ed assimilati da tutte.
Queste due vittorie ci danno grande soddisfazione, e sono uno stimolo a lavorare sempre di più in palestra perché vediamo che l’impegno che mettiamo ogni giorno in allenamento si traduce in miglioramenti che ci consentono di toglierci delle belle soddisfazioni come nelle due gare contro Desio e Genova.


Le due vittorie - precisa Sara Cavallaro attaccante ricevitore delle rossoblu - non devono però farci illudere di aver già raggiunto il traguardo, devono darci la possibilità di lavorare con serenità, perché sappiamo di avere i mezzi per fare bene, ma per mostrarli dobbiamo continuare ad impegnarci con volontà seguendo le indicazioni di Enrico. Inoltre il gruppo è già molto affiatato, le nuove arrivate si sono inserite perfettamente nello spirito di squadra che ha sempre caratterizzato la Pavidea, fatto di impegno e attenzione, senza prime donne, ma con grande responsabilità da parte di tutte.