mercoledì 10 novembre 2010

Il DT Murelli e il DG Maserati sul buon momento della Pavidea

Partita per la nuova stagione con un organico profondamente rinnovato, ringiovanito e a tutt’oggi ancora incompleto, la Pavidea, dopo le difficoltà incontrate nel precampionato, sta a poco a poco trovando un suo assetto e dopo le prime quattro giornate si ritrova al secondo posto in classifica.

Claudio Murelli, Direttore Tecnico della società valdardese spiega: “Quest’anno abbiamo deciso di ringiovanire la squadra, in parte perchè alcune ragazze che erano con noi lo scorso anno hanno scelto strade diverse, ma anche perchè la nostra filosofia è quella di valorizzare giovani atlete di talento. Abbiamo la fortuna di avere con noi un tecnico di grande esperienza e capacità che nonostante i suoi trascorsi ha ancora la voglia e la passione di insegnare i fondamentali alle ragazze e quindi riesce ad abbinare la ricerca della performance della squadra alla crescita tecnica delle nostre atlete.

Il Direttore Generale Giancarlo Maserati, conferma le parole di Murelli: “E’ vero, abbiamo ringiovanito la rosa, ma per cercare di avere una squadra competitiva e fare nel contempo crescere alcune giovani abbiamo pensato che occorresse anche avere due o tre atlete con esperienza e capacità di tenere unito il gruppo e quindi abbiamo fortemente voluto trattenere con noi le due capitane Vera Ronchetti e Sara Cavallaro. In effetti in queste prime giornate di campionato abbiamo avuto la riprova che abbiamo visto giusto: la squadra ha ancora delle difficoltà, come è stato evidente nei primi due set dell’ultima partita casalinga con Alba, ma poi la solidità, il carattere, la voglia di non mollare mai proprie da sempre di questa formazione emergono e allora riusciamo a ribaltare partite che sembrano definitivamente compromesse.

Si, le atlete più giovani stanno a poco a poco acquisendo questa mentalità - prosegue Murelli - Ritornando alla partita di sabato, abbiamo visto ad esempio come e con quale efficacia e determinazione Chiara Brigati si sia adattata a sostituire al centro Rossella Albertini, alla quale il dolore alla caviglia impediva quasi di camminare, e come Ada Magno entrata a partita quasi compromessa, abbia saputo dare un contributo di solidità importante. Ma tutta la squadra ha saputo reagire alle difficoltà dimostrando carattere: Lorena Amasanti e Valentina Guccione hanno saputo finalizzare azioni con più continuità mettendo a terra palloni pesanti e il giovane libero Virginia Poggi sfoderare recuperi e difese da “veterana” del ruolo.

Naturalmente siamo ancora all’inizio del campionato e sappiamo che ci saranno ancora momenti difficili ma siamo fiduciosi che con questa mentalità le nostre ragazze sapranno togliersi qualche altra bella soddisfazione” conclude Maserati.

Nel frattempo la società sta lavorando per completare la rosa a disposizione di Enrico Mazzola e spera già questa settimana di poter annunciare il nome dell’ultimo tassello mancante, quel centrale che, visti i problemi fisici evidenziati da Rossella Albertini, è ora più che mai urgente mettere a disposizione dello staff tecnico.