domenica 17 aprile 2011

Pavidea - LPM Pall. Mondovì CN 3-2

La Pavidea sconfigge Mondovì 3-2 in una gara avvincente anche se condita dai tanti errori in entrambi i campi, e rinsalda la seconda posizione guadagnando un punto su Lodi, sconfitto ad Alba per 3-2. Sempre quarto Crema, che accorcia di un punto sulle valdardesi portandosi a -4 con la vittoria su Casorate, mentre si stacca Desio, che lascia un punto sul campo del Vgp e scivola in quinta posizione a -5 dalla Pavidea.

Come annunciato la Pavidea parte con Ronchetti in regia, Amasanti opposta, Cavallaro e Magno in banda, Guccione e Guglielmetti al centro con Poggi libero.
La gara sembra in discesa per le rossoblu che staccano subito le piemontesi del Mondovì grazie ad un servizio tatticamente preciso che manda in crisi la ricostruzione ospite. La positiva correlazione muro-difesa porta le valdardesi a condurre 8-4, con Mondovì che prova ad avvicinarsi (10-7) ma non riesce ad agganciare le padrone di casa a causa dei numerosi errori dalla linea dei nove metri. Gli attacchi di Magno Amasanti e Cavallaro valgono il +7 delle rossoblu (20-13). La Pavidea a questo punto inizia a commettere errori in attacco che consentono a Mondovì di trovare un incredibile pareggio (22-22) e il vantaggio che regala alle ospiti tre set point. Le ragazze di coach Mazzola annullano il primo tentativo delle piemontesi che chiudono alla seconda opportunità portandosi sull'1-0.

La Pavidea prova subito a reagire per dimenticare il brutto finale di primo set che ha visto al formazione valdardese dilapidare un vantaggio di 7 punti con il t praticamente in mano. Il servizio aggressivo di Ronchetti vale il 7-0 Pavidea: la formazione di casa gioca meglio e commette meno errori del Mondovì, sia al servizio che in fase di attacco. Il vantaggio si fa più consistente per Cavallaro compagne che si trovano avanti 16-6 al secondo time out tecnico. I muri di Guccione e Guglielmetti portano la Pavidea a chiudere 25-10 pareggiando il conto dei set.

Il terzo parziale si apre all'insegna dell'equilibrio spezzato dalla Pavidea che prova a scappare piazzando un break di 3 punti (10-7). Mondovì non si fa sorprendere e chiude subito lo svantaggio riportando il parziale in parità. L'ace di Guccione e l'errore in attacco dell'opposto ospite permettono alle valdardesi di condurre 16-14 alla seconda sospensione tecnica. Un nuovo ace di Guccione e la bella fast di Guglielmetti in combinazione d'attacco incrementano il vantaggio della formazione di casa (19-15). L'ace di Amasanti per il 20-15 costringe il tecnico delle piemontesi a spendere il proprio secondo time out discrezionale per spezzare il ritmo della Pavidea. La pausa costa cara alle rossoblu che perdono la concentrazione iniziando a commettere errori pesanti sia in attacco che in ricezione, con Mondovì che prova ad approfittarne per riaprire il parziale. L'ace di Cabrini, subentrata a Guglielmetti al servizio, consente alla Pavidea di conquistare un set point (24-23) annullato da un errore in attacco. Si torna a giocare in equilibrio con Mondovì che chiude 26-28 grazie ad un muro e un ace.

La Pavidea prova a riaprire la gara e ancora una volta parte bene in avvio di quarto set, conducendo 8-5 al primo tempo di sospensione tecnica grazie agli attacchi di Magno e Cavallaro. Le due attaccanti valdardesi spingono la Pavidea sul 15-9 ma tre errori consecutivi delle rossoblu in fase di finalizzazione consentono a Mondovì di avvicinarsi. È ancora grazie a Cavallaro in attacco e Magno a muro che le padrone di casa si portano avanti 19-13 costringendo l'allenatore ospite a chiamare l'ultimo time out a disposizione. Mazzola alza quindi il muro inserendo Ghisolfi per Ronchetti, sostituisce un'opaca Amasanti con Brigati e prova a forzare il sevizio con Cabrini per Guglielemtti. La Pavidea amministra il vantaggio e chiude 25-17 ristabilendo la parità nel conto dei set, portando la gara al quinto e decisivo set.

Mazzola conferma Brigati per Amasanti nel ruolo di opposta in avvio di quinta frazione, ma la Pavidea non è concentrata, commette diversi errori, sia in attacco che in seconda linea, subendo gli attacchi del Mondovì che prova subito la fuga portandosi sullo 0-4. Gli attacchi di Brigati e gli ace di Ronchetti ristabiliscono la parità (6-6). La Pavidea appare meno ordinata e concentrata e concede un nuovo vantaggio alle piemontesi (8-11). L'attacco punto di Cavallaro, il fallo di rotazione sanzionato a Mondovì e il muro di Magno riportano le due formazioni in parità (13-13). La Pavidea ritrova grinta e determinazione per chiudere subito con il 15-13 che vale il 3-2 finale.


Pavidea - LPM Pall. Mondovì CN 3-2 (23-25/25-10/26-28/25-17/15-13)

Ronchetti 4, Amasanti 9, Cavallaro 16, Magno 14, Guccione 21, Guglielmetti 11, Poggi L, Cabrini 1, Brigati 6, Ghisolfi, Vespari, Albertini.