mercoledì 9 gennaio 2013

IMMENSAMENTE PAVIDEA SELTA

Immensamente Pavidea Selta. Nella calza della Befana, le rossoblu fiorenzuolane hanno trovato una serata indimenticabile,  regalandosi una vittoria da incorniciare. Ogni derby che si rispetti, si sa, fa storia a sè ed anche quello andato in scena sabato scorso al "Palamagni" non è sfuggito a questa regola, perchè le ragazze di Giuseppe Cremonesi hanno gettato in campo cuore, rabbia, determinazione e carica agonistica riuscendo a mettere sotto un Bakery Gossolengo che, dal canto suo, ha completamente sbagliato l'approccio alla partita scendendo sul parquet con la testa altrove. Una gara tatticamente perfetta per Fagioli e compagne che, al cospetto di un sestetto reduce da quattro 3-0 consecutivi e forte del primato in classifica, hanno giocato sopra le righe, mettendo in evidenza il solito attacco delle meraviglie, un muro solidissimo ed una ricezione che ha avuto in una stratosferica Alessia Testa il punto di riferimento, il cardine su cui è ruotato tutto il reparto. Vincere un set 25-7 è cosa da stropicciarsi gli occhi, da darsi pizzicotti per rendersi conto di non stare sognando, insomma è qualcosa da mille e una notte. Ed il Bakery Gossolengo ha dovuto subire una dura lezione senza potere reagire.
Il tecnico valdardese Giuseppe Cremonesi non ha sbagliato niente sotto l'aspetto tattico, mescolando ad arte le carte in tavola tanto da sorprendere il suo vicino di pianerottolo Franco Corraro. Una serata, insomma, di festa per le ragazze fiorenzuolane che hanno agganciato al vertice le "cugine", ancora capoliste soltanto per un fatto di quoziente set, ma che dopo questa disfatta dovranno meditare a lungo.
Ma il derby rappresenta già un capitolo chiuso, perchè all'orizzonte della Pavidea Selta si presenta un altro ostacolo da affrontare con attenzione e senza cali di concentrazione per non andare incontro a sgradite sorprese. Sabato 12 gennaio alle 21,00 Fagioli e compagne saranno impegnate al "Matilde di Canossa" di Reggio Emilia contro il Grissinbon Tecnocopie Volley Galileo in un appuntamento che dovrà fornire altre importanti conferme agonistiche e tattiche. La formazione reggiana, presente sul panorama pallavolistico da quasi quaranta anni, costituitsce un banco di prova da prendere con le dovute precauzioni, perchè al di là di un undicesimo posto in classifica tutt'altro che tranquillo, è formata da parecchie giocatrici dalle interessanti qualità ed ha decisamente bisogno di punti per allontananrsi dalla zona retrocessione che porta con sè soltanto paura e nervosismo. Il team guidato dal presidente Fernando Margini e dalla accoppiata tecnica Simone Gualdi-Paolo Remati è la classica neopromossa piena di entusiasmo, con un florido settore giovanile ed una bacheca piena di allori nella quale spicca il titolo nazionale conquistato nella stagione 1993-1994 dalla formazione under 14 e dove ha mosso i primi passi agonistici la palleggiatrice Francesca Ferretti, entrata nell'orbita della Nazionale ed attualmente punto di forza nella Rebecchi Nordmeccanica in A/1. L'opposto Margherita Catellani, il "centrale" Eva Castagnetti, la schiacciatrice classe 1990 Stefania Gozzi e la ordinata palleggiatrice Cristina Losi sono le perle della collana infilata dallo staff tecnico, un quartetto in grado di gettare nella mischia tecnica ed emotività, armi preziose nelle mani delle rossonere per tentare il colpo ad effetto che darebbe la svolta al loro campionato.
Il programma del dodicesimo turno di andata:  Grissinbon Tecnocopie Volley Galileo Reggio Emilia-Pavidea Selta Fiorenzuola (ore 21,00), Florens Re Marcello Vigevano-Valpala N&W, Properzi Games Lodi-Gramsci Pool Volley Reggio Emilia, Bakery Gossolengo-Anderlini Unicomstark Sassuolo, Pro Patria Milano-Volley 2001 Garlasco, Vemac Vignola-Texcart Città di Carpi, Farmabios Sisa Gropello Cairoli-Primedil Cost Seveso.
FRANCO BONATTI