giovedì 28 febbraio 2013

PAVIDEA SELTA CUORE MUSCOLI E CERVELLO


Pavidea Selta, cuore, muscoli e cervello. Il successo ottenuto contro le carpigiane del Texcart, si può spiegare con il titolo di un cd inciso da Enrico Ruggeri: le ragazze di Cremonesi hanno avuto il cuore per superare lo schock e la delusione per avere perso il primo set, hanno mostrato intelligenza per non abbattersi ed hanno anche mostrato i muscoli e la potenza delle singole che ha fatto da ago della bilancia per tutta la durata del confronto. Un mix di situazioni che ha confermato, se ancora ce ne fosse bisogno, lo spessore e la carica caratteriale di Fagioli e compagne che hanno sempre creduto nelle loro possibilità di recuperare il risultato, anche dopo quel primo set decisamente poco fortunato. Una vittoria importantissima per il futuro delle valdardesi che devono sempre cercare di ottenere il massimo. D'altra parte il Texcart Città di Carpi si è confermato un ostacolo ostico e duro da abbattere in virtù della sua solidità a muro e della velocità di esecuzione messa in evidenza dalle singole che, alla fine, si sono dovute arrendere alla maggiore determinazione, esperienza e compattezza delle rossoblu ancora una volta meritevoli di elogi. Con una Lorena Amasanti impiegata soltanto in uno scampolo del primo set, il tecnico Giuseppe Cremonesi ha saputo trovare le giuste alternative, trovando in Ada Magno una pedina fondamentale per gli equilibri tattici e un punto di riferimento importantissimo nei momenti più delicati del confronto, mentre la capitana Barbara Fagioli ha messo una volta di più in campo la sua esperienza dettando i tempi ed i ritmi giusti alle compagne che, superato il momento di smarrimento e smaltita la rabbia per la prima frazione di gioco gettata al vento, si sono ritrovate in solidutà recuperando con gli interessi il terreno perduto e finendo in gloria. Un'altra gara va dunque in dispensa portando con sè soddisfazione, fiducia e tranquillità, componenti che diventeranno utilissime nell'immediato futuro per la corsa ai play offs.
Archiviato col massimo risultato il doppio turno casalingo, le rossoblu tornano ad assaggiare il sapore della trasferta che le vedrà sabato 2 marzo alle 21,00 scendere sul parquet della palestra comunale di Paladina in provincia di Bergamo dove troveranno ad attenderle la formazione del Valpala N&W, per dare vita ad un confronto che si annuncia interessante e ricco di agonismo.  Le "rosse" bergamasche, reduci dalla battuta di arresto subita a Garlasco, sono precipitate in zona retrocessione e stanno incontrando parecchi problemi nella gestione delle partite, ma di fronte al loro pubblico sanno trovare motivazioni e carica per dare del filo da torcere ad ogni avversario e non saranno sicuramente disposte a inchinarsi tanto facilmente nemmeno al cospetto della seconda della classe. Il team allenato da Luca Rovaris e Andrea Lorenzi è giovane, ma sa tenere il campo con disinvoltura facendo leva su una carica agonistica portata ai massimi livelli e affidandosi ad un organico armonico guidato dal "centrale" Mary Bernasconi che fa da punto di riferimento per le "banda" Eleonora Giupponi ed Emilia Ferrari, per la palleggiatrice Giulia Consonni e l'opposto Daniela Morstabilini che nella gara di andata si distinse per rapidità e tecnica mettendo a segno 12 punti.
Il programma della quinta giornata di ritorno: Properzi Games Lodi-Florens Re Marcello Vigevano (andata 3-1), Farmabios Sisa Gropello Cairoli-Bakery Gossolengo (andata 2-3), Vemac Vignola-Pro Patria Milano (andata 0-3), Gramsci Pool Volley Reggio Emilia-Anderlini Unicomstark Sassuolo (andata 0-3), Primedil Cost Seveso-Grissinbon Tecnocopie Reggio Emilia (andata 2-3), Texcart Città di Carpi-Volley 2001 Garlasco (andata 0-3), Valpala N&W-Pavidea Selta Fiorenzuola (ore 21,00) (andata 0-3).

FRANCO BONATTI