domenica 24 marzo 2013

PAVIDEA SELTA FIORENZUOLA-PROPERZI GAMES LODI 1-3

PAVIDEA SELTA FIORENZUOLA-PROPERZI GAMES LODI 1-3 (16-25, 20-25, 29-27, 24-26)
PAVIDEA SELTA FIORENZUOLA: Sotera 8, Vignola, Barbarini 12, Nicolini 1, Amasanti 12, Testa (L), Francesconi 14, Fagioli 2, Ghisolfi 2, Guccione 3, Magno 2. N.e. Ziliani. All: Cremonesi. II° all. Mazza.
PROPERZI GAMES LODI: Galantini (L), Nicoli 4, Lodi, Carbone 18, Donida 10, Milani 13, Boffi 2, Anzelmo 17, Massari 13. N.e. Carrer, Rossi, Cattaneo V., Cattaneo A. All: Tentorio. II° all. Geracitano.
ARBITRI: Grasso di Carpi e Raffini di Imola.
Seconda sconfitta casalinga per la Pavidea Selta superata al "Palamagni" dal Properzi Games Lodi dopo un incontro palpitante protrattosi per due ore durante le quali le fiorenzuolane di Giuseppe Cremonesi hanno messo in campo grinta e carattere, ma non sono state abbastanza ciniche nei momenti più importanti. Il sestetto lombardo ha trovato una serata di gloria giocando con ordine e continuità, confermando di essere solido e compatto soprattutto sotto rete dove ha saputo costruire un successo che, guardando il quadro dei risultati, lo rimette clamorosamente in corsa per i play offs.
Cremonesi non rischia Sotera che parte dalla panchina e manda sul parquet Francesconi, Amasanti, Testa, Guccione, Magno e capitan Fagioli, mentre al di là della rete ci sono Massari, Nicoli, Milani, la capitana Eleonora Carbone, il libero Galantini e Elena Donida che danno subito vita a scambi interessanti e sorprendono le padrone di casa che stentano a trovare i ritmi più favorevoli. Il Properzi erge un muro durissimo da abbattere con Nicoli, Elena Donida e Federica Milani, mentre tocca a Eleonora Carbone finalizzare gli attacchi con molta potenza. Francesconi prova a piazzare qualcuno dei suoi missili, ma si trova davanti avversarie che sanno trovare il giusto sincronismo e respingere gli attacchi ed allora il team di Tentorio va subito in fuga mettendo tra se e le rossoblu quattro punti (2-6). Rientra  in prima linea Noemi Barbarini , ma tocca ad Ada Magno mettere giù due palloni che tengono in scia le fiorenzuolane. La Pavidea Selta prova a cambiare ritmo, ma la serata non è delle migliori e anche la ricezione non è sempre precisa; le lodigiane tengono il campo con autorità e trovano spazi per mettere a segno punti importanti con Claudia Anzelmo e la cercatissima Eleonora Carbone che firma un 5-9 di grande qualità. La panchina valdardese mescola le carte cercando l'assetto tattico migliore, Alessia Testa si riprende il parquet sostituendo Valentina Guccione, mentre sotto rete ad un errore in ricezione di Beatrice Francesconi, risponde Lorena Amasanti che rimette in carreggiata le compagne firmando il 7-9. L'incontro è interessante, perchè le squadre non risparmiano energie e cercano il break decisivo, la Pavidea Selta ci mette caparbietà e carattere, ma il Properzi Games Lodi ha sempre un esiguo vantaggio che riesce a difendere con sicurezza anche grazie a qualche errore di Francesconi, Ada Magno e Valentina Guccione che scivolano a sei punti (10-16). Cremonesi gioca la carta Sotera che va a rilevare Ada Magno, il Lodi continua a fare la voce grossa, ma la Pavidea Selta sembra avere ritrovato un po' di smalto quando, prima Noemi Barbarini, rientrata in prima linea, piazza un muro vincente su un attacco di Federica Milani e poi Eleonora Carbone "cicca" una ricezione stringendo la forbice del "gap" (13-19). Il tecnico lodigiano Tentorio osserva con attenzione l'andamento del confronto e dà consigli che in campo vengono tradotti in punti, perchè il solito muro di Donida, Massari e Milani chiude su Noemi Barbarini e Giulia Sotera, costringendo Barbara Fagioli all'errore difensivo che fa 13-20. Guccione cede il posto ad Alessia Testa, la Properzi Games Lodi non perde un colpo e va sul 15-22 che un servizio vincente di Eleonora Carbone trasforma in 15-23, poi è Giulia Sotera a mandare oltre la riga un attacco dando il set ball alle lodigiane che subito mandano in archivio con un potente siluro di Federica Milani.
Si cambia campo per la seconda partita e ci si attende la riscossa della Pavidea Selta che sembra arrivare puntuale, sulla scia di una Lorena Amasanti che mette giù due palloni per il sorpasso 5-4. Il pubblico si scalda e incita le rossoblu che fanno break con un muro vincente di Barbarini su Claudia Anzelmo e un attacco di Giulia Sotera; Lorena Amasanti piazza una botta per l'8-5 e Tentorio chiede un time out riparatore. Consumato il giro di lancette, è ancora Pavidea sugli scudi con Barbara Fagioli che delizia il pubblico con un "lob" da 10-5. Fuga della Pavidea Selta? No, perchè il Properzi Games sfrutta ogni incertezza per fare male ed allora ecco che Anzelmo mura Lorena Amasanti, Carboni fa 13-10 e un errore di Beatrice Francesconi riporta le lombarde a "-1". Ma nessuno è perfetto e arriva l'errore di Gloria Massari che fa volare la Pavidea Selta a tre punti (15-12). Le padrone di casa insistono e le biancoblu lodigiane hanno qualche incertezza di troppo: Elena Donida manda out un attacco da 18-13, ma alla Pavidea Selta non riesce il colpo del kappaò, perchè Giulia Sotera scarica fuori la sua potenza e la onnipresente Eleonora Carbone chiude a proprio favore un attacco, imitata subito da Ambra Nicoli per il 19-18. Sotera torna in panca per dare spazio ad Ada Magno proprio mentre Carbone pareggia il conto (19-19) e Alessia Testa non controlla una palla consentendo il sorpasso avversario (19-20). Cambia ancora Cremonesi mandando nella mischia Marta Ghisolfi al posto di Valentina Guccione, Lorena Amasanti tiene vive le speranze valdardesi con un pallone da 20-21, ma il Properzi Games Lodi raccoglie le ultime energie per il break del set ball con il muro vincente di Eleonora Carbone su Beatrice Francesconi. La Pavidea Selta tenta di resistere provando a respingere gli attacchi lodigiani, ma un missile di Claudia Anzelmo spegne ogni speranza (20-25).
Lo 0-2 è pesante da digerire ed allora la Pavidea Selta entra in campo per la terza partita con lo spirito migliore mettendo sul piatto della bilancia orgoglio e determinazione che fanno subito la differenza: la gara è un botta e risposta tra attacco e difesa con Sara Lodi che fa 3-4 e Barbarini che pareggia (5-5). Incontro spettacolare e più equilibrato: il Properzi Games Lodi è sempre vivo, ma trova dalla altra parte della rete un avversario più tonico e va in difficoltà: Alessia Testa rileva Barbarini e Veronica Vignola Barbara Fagioli; Eleonora Carbone manda fuori un pallone consegnando alle rossoblu il 10-10, nuovo break lodigiano e nuovo recupero della Pavidea Selta con Noemi Barbarini (14-14). Le fiorenzuolane adesso giocano con più ordine e quando Giulia Sotera mette a terra tre attacchi consecutivi, si capisce che la gara sta prendendo un'altra piega. Francesconi fa un muro da 22-18, il Properzi Games si riavvicina con una "ace" di Ambra Nicoli ed un errore in ricezione di Lorena Amasanti (23-21) e poi compie l'ennesimo sorpasso con un altro servizio vincente di Nicoli (23-24). Torna in campo capitan Fagioli a rilevare Veronica Vignola, Francesconi pareggia e Luisa Nicolini, entrata in battuta al posto di Marta Ghisolfi, piazza subito una "ace" da 25-24, ma Francesconi non è precisa nel bagher e il punteggio torna in parità (25-25). Finale del set da cardiopalma: Amasanti pareggia con un muro vincente su Gloria Massari, il libero Galantini regala il sorpasso alle rossoblu, ancora Carbone rimedia, Noemi Barbarini chiude un attacco per il 28-27 e Lorena Amasanti manda in archivio il set (29-27).
Si va al quarto atto e si ha la sensazione che la Pavidea Selta possa pareggiare il conto e rimandare tutto al tie break: l'inizio è dei migliori, perchè Giulia Sotera e Beatrice Francesconi si trovano a meraviglia per il 4-1, mentre il Properzi Games appare un po' stanco e non riesce a replicare come nei precedenti set. Milani sbaglia tutto, Noemi Barbarini fa 7-2 e Beatrice Francesconi firma il 10-4. Il pubblico incita a gran voce le rossoblu che rispondono con gli eleganti palleggi di Barbara Fagioli, le "murate" di Barbarini che chiude su Boffi e le "martellate" di Beatrice Francesconi che significano fuga (16-7). La gara sembra cambiare decisamente volto, la Pavidea Selta ci crede ed il Properzi Games Lodi comincia a vacillare: impressioni confermate quando Marta Ghisolfi fa 18-10 e la panchina lodigiana si rifugia in un time out. Ma proprio questo minuto di sospensione  diventa il confine tra passato e futuro, perchè al rientro in campo il sestetto di Tentorio comincia la rimonta: Barbarini manda fuori un attacco, Claudia Anzelmo respinge su Valentina Guccione per il 18-14. Francesconi non ci sta e chiude alla sua maniera il 19-14, un attacco fuori di Ottavia Boffi fa 21-15 e Pavidea Selta è ad un passo dalla clamorosa rimonta. Ma non è serata ed allora Milani firma il 21-18, Barbarini porta il punteggio sul 23-19, Boffi calibra male una ricezione e da il set ball alle rossoblu (24-19) che ad un punto dal traguardo improvvisamente si smarriscono. Sotera sbaglia, le lodigiane prendono coraggio sugli errori altrui e si avvicinano con Carbone e Donida (24-22), Giulia Sotera non ha fortuna su un muro, Elena Donida fa una "ace" da 24-24, ancora un attacco di Francesconi va oltre la linea rossa e la frittata completa la confeziona Claudia Anzelmo (24-26). Lodi festeggia una vittoria che riapre la sua stagione, la Pavidea Selta piange lacrime amare. Ma i play offs sono ad un solo punto.
Risultati della ottava giornata di ritorno: Pro Patria Milano-Bakery Gossolengo 1-3, Grissinbon Tecnocopie Reggio Emilia-Florens Vigevano 3-1, Anderlini Unicomstark Sassuolo-Farmabios Sisa Gropello Cairoli 3-0, Pavidea Selta Fiorenzuola-Properzi Games Lodi 1-3, Texcart Città di Carpi-Gramsci Pool Volley Reggio Emilia 2-3, Valpala N&W-Primedil Cost Seveso 0-3, Volley 2001 Garlasco-Vemac Vignola 3-1.
Classifica: Bakery Gossolengo p.58, Pavidea Selta Fiorenzuola p.51, Volley 2001 Garlasco p.38, Farmabios Gropello Cairoli p.36, Properzi Games Lodi p.34, Gramsci Pool Volley Reggio Emilia p.33, Florens Vigevano, Primedil Cost Seveso p.31, Anderlini Unicomstark Sassuolo p.27, Pro Patria Milano p.26, Valpala N&W, Vemac Vignola p.20, Grissinbon Tecnocopie Reggio Emilia, Texcart Città di Carpi p.18.
 La prima classificata è promossa in B/1, la seconda e la terza vanno ai play offs.
F.B.