giovedì 7 marzo 2013

PAVIDEA SELTA TOCCATA E FUGA

Pavidea Selta, toccata e fuga. La trasferta bergamasca di Paladina, alla vigilia, era da considerare ad alto coefficiente di difficoltà, sia per il valore della giovane formazione del Valpala N&W bisognosa di punti per togliersi dalla zona retrocessione, sia perchè il tecnico Giuseppe Cremonesi avrebbe dovuto fare a meno della potenza di Giulia Sotera alle prese con problemi fisici. Ma la compagine valdardese ha giocato con la consueta saggezza tattica e carica caratteriale tornando in Valdarda con una secca ed inequivocabile vittoria che ha un valore triplo, perchè dà carica, morale e punti fondamentale nella corsa ai play offs che appaiono sempre più vicini. Contro il team di Luca Rovaris, che davanti al proprio pubblico sapeva sempre giocare ad alti livelli,  la Pavidea Selta ha tenuto il campo con grande sicurezza facendo leva sulla serata magica di Beatrice Francesconi, sempre molto reattiva e dotata di grande continuità, alla quale ha dato un valido contributo Lorena Amasanti, tornata in campo a tempo pieno dopo il part time di sette giorni fa, mentre la sempre utilissima Ada Magno ha sostituito con grande prontezza Giulia Sotera partecipando fattivamente alla serata di gloria. Tre a zero e palla al centro per una Pavidea Selta che è tornata ad esprimersi a ritmo elevato e tiene con grande autorità il passo della alta classifica continuando a "fare la gamba" in vista dei play offs di maggio. Il tecnico rossoblu ha ricevuto anche risposte importanti sotto l'aspetto tattico ed ora può dormire sonni tranquilli sapendo che anche quando manca una pedina fondamentale, chi la sostituisce non la fa rimpiangere. Ed anche questo è un segnale di compattezza ed unità di intenti.
Messa in archivio la trasferta di Paladina, Fagioli e compagne tornano sabato 9 marzo al "Palamagni per il sesto turno del girone di ritorno che le vedrà opposte alle 20,30 alla Vemac Vignola, un altro ostacolo che, a dispetto della classifica, non va assolutamente preso sotto gamba. Le modenesi allenate da Marco Manicardi e Roberta Bagnoli sono un gruppo ben amalgamato che, dopo un inizio di stagione pieno di problemi, sta ritrovando le giuste cadenze, ha scalato quattro posizioni in classifica ed è reduce dal successo interno al tie break contro la Pro Patria che ha significato due punti in classifica e la conseguente uscita dalla "zona bollente" che porta alla discesa in serie C. La Vemac Vignola è da quarantuno anni presente sul panorama pallavolistico nazionale  e riesce sempre a portare alla ribalta giocatrici interessanti a dimostraziuone di una scuola di buon livello in linea con la tradizione emiliana. L'opposto Angelica Magnani, i "centrali" Simona Lolli e Martina Bonacini, assieme alla coppia di schiacciatrici  formata da Elisa Marini e Giulia Zanasi, rappresentano i punti cardini delle modenesi ed i pericoli per le fiorenzuolane. La gara di andata, disputatasi sabato 17 novembre, vide la Pavidea Selta sugli scudi e tornare con un successo limpido giocando una gara attenta ed in grande sicurezza, un copione che, a distanza di tempo, Fagioli e compagne contano di ripetere per regalarsi un'altra serata da protagonista.
Il programma della sesta giornata di ritorno: Bakery Gossolengo-Florens Vigevano (andata 3-1), Pro Patria Milano-Farmabios Sisa (andata 2-3),
Grissinbon Tecnocopie Reggio Emilia-Gramsci Pool Volley Reggio Emilia (andata 0-3), Anderlini Unicomstark Sassuolo-Texcart Città di Carpi (andata 0-3), Valpala N&W-Properzi Games Lodi (andata 1-3), Volley 2001 Garlasco-Primedil Cost Seveso (andata 1-3), Pavidea Selta Fiorenzuola-Vemac Vignola (ore 20,30) (andata 3-0)
FRANCO BONATTI