lunedì 23 settembre 2013

PAGANINI NON RIPETE, LA PAVIDEA STEELTRADE SI' !!!

Paganini non ripete, la Pavidea Steeltrade sì. Le rossoblù fiorenzuolane vincono per il secondo anno consecutivo il "Memorial Samantha Pini" confermando i progressi già visti nelle prime uscite stagionali. E' stato un quadrangolare interessante ed a tratti spettacolare con le ragazze di Omar Amoros reattive e solide che alla fine dei conti hanno ampiamente meritato il trofeo.
Il "Palamagni" indossa l'abito elegante per non dimenticare "Sam" e tocca a Pavidea Steeltrade e ABM Ospitaletto tagliare il nastro con la prima semifinale. Padrone di casa in maglia rossa con numeri bianchi e bresciane in arancione con inserti neri: Amoros manda in campo Ambrosini, Barbarini, Fanelli, Scapuzzi, Cester e il "libero" Alessia Testa; mentre in campo opposto Favero dà spazio a Tortora, Gerri, Pontil Scala, Castellini, Ferrara e Fridishone. La Paivdea Steeltrade parte di slancio con un muro di Chiara Ferretti ed un missile di capitan Ambrosini, ma l'Ospitaletto non crolla e recupera con attacchi veloci firmati Ferrara che mette a terra una "ace" da 3-3. Le fiorenzuolane giocano in scioltezza e mandano a punto una precisissima Chiara Ferretti, le bresciane vanno in confusione nella ricezione e scivolano a tre lunghezze (8-5). LOa panchina ospite chiama un time out per provare a dare la scossa giusta, ma le fiorenzuolane vanno a memoria e Noemi Barbarini dimostra di avere smaltito i problemi muscolari piazzando una stoccata da 10-6. Gara veloce, interessante con l'ABM che prova a restare in scia delle avversarie, ma Montanari manda oltre la riga un attacco e Marta Ghisolfi firma un rassicurante 13-7 con un pallonetto che spiazza Castellini. Favero dalla panchina cambia parecchio per trovare la quadratura del cerchio, ma la Pavidea Steeltrade non ha pietà e Lisa Ambrosini schiaccia il 16-8. Le bresciane sembrano fuori gara e la dimostrazione arriva da un pasticcio difensivo di Castellini che non  riesce a controllare una battuta di Alice Scapuzzi e Errichiello completa l'opera con una palla sulla riga (18-8). E' il momento migliore per Alice Scapuzzi che manda in crisi Fridishone (19-8) e lancia in orbita le rossoblù. Chiara Ferretti non fa sconti e firma il 21-9, poi Marta Ghisolfi fa set ball e Ambrosini costringe all'errore a muro Fridishone (25-9).
Si torna in campo per la replica e l'ABM sembra più tonico costringendo le rossoblù ad inseguire. Chiara Ferretti manda oltre la riga una battuta e Marta Ghisolfi mette troppa forza nella schiacciata (3-4). La gara adesso è più equilibrata, perché le arancioni giocano meglio e sanno tenere botta. Valentina Cester fa doppietta e la Pavidea Steeltrade va al break (8-5). Chiara Ferretti è incontenibile e va a punto con un bolide imprendibile; Zanola non ha precisione e il punteggio lievita (12-5). Le ospiti bresciane si riorganizzano e trovano una schiacciata con Tortora, ma Alice Scapuzzi va di "ace", Amrosini vince un muro e le rossoblù fuggono (17-11). Favero chiama un time, Taglietti costringe all'errore Marta Ghisolfi, la Pavidea Steeltrade sbaglia qualcosa e si ritrova con le avversarie alle costole (17-15). Amoros avvicenda Errichiello al posto di capitan Ambrosini e subito la ex Anderlini firma il 19-17 che frena la rincorsa bresciana. Ferrara manda oltre la riga rossa un muro, Noemi Barbarini mette in ambasce Castellini e Ferretti fa 23-20. Pisani va a rilevare Luisa Nicolini, la Pavidea Steeltrade va sul velluto e un errore in palleggio di Sabadini consegna la vittoria alle fiorenzuolane (25-22).
Si gioca il terzo set per onore di firma ed allora Omar Amoros manda in campo qualche seconda linea a cominciare dal giovane "libero" Beatrice Arzani al posto di Alessia Testa. Set molto incerto per merito dell'ABM che gioca una buona pallavolo e va al sorpasso (4-5). La replica della Pavidea Steeltrade non si fa attendere, perché Valentina Cester c'è e manda fuori giri Gerri che balbetta su un pallone e le rossoblù padrone di casa si ritrovano a "+3" (9-6).  Le bresciane, però, hanno cambiato ritmo e tornano in gioco con Ferrara che va  al pareggio (9-9), prima che Sabadini firmi il nuovo sorpasso (10-11). Il pareggio arriva subito con Alessandra Pisani, Caterina Errichiello piazza la botta da applausi e in campo opposto è Gerri a regalare il 17-12 alle rossoblù.  Valentina Cester non è precisa su un attacco e l'ABM si riavvicina con una "ace" di Taglietti. Veronica Vignola fa un elegantissimo lob da 19-17, poi Caterina Errichiello vanifica tutto mandando in tribuna una schiacciata (19-19). Adesso l'ABM ci crede un po' di più e va in doppietta con Ferrara (19-21), Valentina Cester manda in rete una palla (21-23), ancora una tonica Ferrara firma il set ball che Fridrishone concretizza per il platonico 2-1 (21-25).
In finale Ambrosini e compagne trovano il sorprendente DKC di Galliate vincitore contro un Liu Jo Modena quasi mai in partita e troppo arrendevole.
C'è in palio il trofeo ed allora Amoros non cambia assetto. In campo vanno Ferretti, Scapuzzi, Cester, Ambrosini, Barbarini ed il libero Alessia Testa; dall'altra parte della rete ci sono il libero Biella, Ubezio, Bruscagin, Chiiab, Borin e Siega. La Pavidea Steeltrade sfoggia la nuovissima maglia rossa con inserti blu e numeri bianchi, le novaresi sono in completo bianco con maniche e numeri rossi e provano subito a dare fastidio con azioni velocissime, ma le padrone di casa hanno un tasso tecnico maggiore e rispondono con schiacciate di una scatenata Ferretti ed i muri di una tonicissima Noemi Barbarini. La gara è bella, equilibrata ed incerta fino a quando le rossoblù prendono il ritmo giusto e cominciano a mettere in difficoltà la ricezione delle piemontesi che scivolano a "-4" sotto i fendenti micidiali di Chiara Ferretti e le conclusioni imprendibili di Marta Ghisolfi (12-7). Alice Scapuzzi non si smentisce e piazza una "ace" da 13-7. La panchina biancorossa prova a spezzare il ritmo con un time out, ma Ferretti è incontenibile e spara missili da ogni posizione mandando in tilt il DKG. Le novaresi provano a scuotersi, ma Bruscagin non ha fortuna su un attacco ed una "ace" di Marta Ghisolfi lancia in orbita la Pavidea Steeltrade (16-9). Chiiab prova a sfondare il muro fiorenzuolano, ma Barbarini non si fa sorprendere e mette giù il pallone del 19-10. La gara è in discesa per le padrone di casa che giocano a memoria sotto la precisa ed ordinata regia di Alice Scapuzzi che sul 20-11 lascia la scena a Caterina Errichiello in crescendo di condizione. La nuova entrata non si fa pregare troppo e firma un 23-11, confezionando un set ball sfruttato subito da Barbarini e messo in archivio da Alice Scapuzzi (25-12).
La seconda frazione parla subito rossoblù, perché capitan Ambrosini e Marta Ghisolfi fanno 4-0. Galliate ha un sussulto e rompe il ghiaccio con un attacco vincente di Borin, ma è ancora la Pavidea Steeltrade ad andare sugli scudi  con Chiara Ferretti  ed una palla troppo lunga ancora di Borin (6-1). Ferretti costringe all'errore il libero Biella, Ambrosini fa 8-2, Barbarini incrementa, prima che Bruscagin limiti i danni (10-3). Valentina Cester litiga con un pallone vagante su una battuta di Imo, ma si fa subito perdonare con una schiacciata imprendibile per la ricezione novarese (12-5). La Pavidea Steeltrade non ha nessuna intenzione di fermare la corsa e Chiara Ferretti non ha pietà per Siega e Biella e mette giù una palla pesante (15-7). Alessia Testa recupera palloni alla sua maniera, ma in casa biancorossa arriva un attimo di smarrimento e le piemontesi riescono a recuperare terreno fino al "-4" (16-12). Amoros si rifugia subito nel time out, le idee tornano lucide, Cester ed Ambrosini vanno a punti e la Pavidea Steeltrade arriva 20-13. Galliate si spegne sugli errori di Ubezio e Imo, Barbarini fa set ball e Ferretti tira la riga (25-18). Il doppio vantaggio spinge le rossoblù che non vogliono correre rischi e dimostrano una eccellente condizione fisica e subito la terza partita è in discesa (6-3). Il DKG, però, ha sette vite e non molla restando nella scia fiorenzuolana. Ma le padrone di casa hanno carte valide da giocare con Ambrosini e provano la fuga senza però riuscire a mettere fuori gioco le avversarie che prendono un po' di coraggio su un errore della ricezione fiorenzuolana avvicinandosi fino al 11-9. Vignola avvicenda Scapuzzi in regia, ma la mossa non dà i frutti sperati, perché Galliate vive il suo momento di gloria col sorpasso a firma Lorenzoni. In campo c'è equilibrio, le squadre sono vitalissime e la gara si fa interessante. E' un continuo botta e risposta che si risolve su un errore al servizio di Bruscagin e su una "ace" di Veronica Vignola (16-14). Mazza prova e riordinare le idee al gruppo, ma Marta Ghisolfi mura un attacco di Borin e Ambrosini replica per il 18-15. Caterina Errichiello ruba il tempo sotto rete a Lorenzoni ed Imo e fa 20-16, poi mette giù un missile che obbliga la panchina biancorossa al time. Ormai Galliate non ha più lucidità sufficiente per tentare il recupero ed allora il finale è un monologo rossoblù: Barbarini fa doppietta e Chiara Ferretti chiude i conti (25-20). Galliate kappaò, Pavidea Steeltrade in orbita. E il "Memorial Pini" resta in Valdarda.
Vanno in scena le premiazioni del dopo gara ed è ancora la Pavidea Steeltrade a mietere successi, perché Chiara Ferretti viene giudicata la migliore giocatrice del torneo e Marta Ghisolfi riceve il riconoscimento come migliore Under 20. Ricordando Samantha.
Il Memorial in cifre.
PAVIDEA STELLTRADE-ABM OSPITALETTO 2-1 (25-9, 25-22, 21-25).
PAVIDEA STEELTRADE: Ambrosini 9, Ferretti 8, Scapuzzi 6, Nicolini, Barbarini 6, Errichiello 1, Fanelli 1, Pisani 6, Vignola 1, Cester 6, Ghisolfi 5, Testa (L), Arzani (L2). All: Amoros. II° all. Michelotti.
ABM OSPITALETTO: Fridrishone 10, Ferrara 11, Montanari 2, Moroni, Tortora 2, Gerri 3, Zanola 3, Taglietti 1, Bizioli 1, Castellini, Sabadini 1, Pontil Scala (L). All: Favero. II° all. Zini.
Arbitri: Pattera e Bernini di Parma.
DKC GALLIATE-LIU JO MODENA 3-0 (25-22, 32-30, 25-19).
FINALE 3°-4° POSTO: LIU JO MODENA-ABM OSPITALETTO 3-0 (25-19, 25-19)
FINALE 1°-2° POSTO: PAVIDEA STEELTRADE-DKC GALLIATE 3-0 (25-12, 25-18, 25-20)
PAVIDEA STEELTRADE FIORENZUOLA: Vignola 1, Barbarini 17, Ambrosini 6, Pisani, Ghisolfi 6, Scapuzzi 2, Ferretti 13, Cester 5, Testa (L), Nicolini, Arzani (L2), Fanelli, Errichiello 7. All: Amoros. II° all. Michelotti.
DKC GALLIATE: Biella (L), Bruscagin, Ubezio, Siega, Scazzosi (L2), Mainini,Borin, Chiiab, Lorenzoni, Imo. All: Mazza. II° all:Vignati.
Arbitri: Casulli e Mutti di Piacenza.
FRANCO BONATTI