mercoledì 30 ottobre 2013

MONTALE RANGONE - PAVIDEA STEELTRADE - ATTO TERZO

Emilbronzo 2000 Montale Rangone-Pavidea Steeltrade atto terzo. La B/1 consuma la terza giornata e sabato alle 18,00 sul parquet modenese della "Anna Frank" la Pavidea Steeltrade si ritrova di fronte quella formazione che è già stata sua avversaria nel quadrangolare conclusosi alla immediata vigilia del campionato. Le rossoblù di Omar Amoros nell'esordio di fronte al loro pubblico contro Le Ali Project di Padova hanno una volta di più confermato di avere ancora tanta strada da fare prima di riuscire a trovare il ritmo consono alla B/1: troppe le incertezze, troppi gli errori anche banali che Ambrosini e compagne hanno commesso, troppe le battute gettate al vento e troppo anche il divario di esperienza che, alla fine, ha avuto il suo peso significativo. Le rossoblù hanno perso il confronto anche sotto l'aspetto fisico, perché le venete hanno fatto vedere una maggiore potenza sotto rete ed una compattezza che in casa fiorenzuolana resta ancora una chimera. Naturalmente, tra tante note stonate, si possono trovare risvolti positivi in grado di dare stimoli per costruire un futuro meno buio: Caterina Errichiello e Noemi Barbarini sono andate in doppia cifra dimostrando notevoli qualità; la squadra quando ha trovato il ritmo ha giocato alla pari delle avversarie e, nota non meno importante, ha conquistato un set a conferma della voglia di non arrendersi mai e questo diventa un aspetto fondamentale in proiezione. Ed è partendo da queste basi che si può ricominciare, senza versare lacrime inutili, senza abbattersi, né arrabbiarsi, ma facendo leva sulle qualità singole e del collettivo e confidando su quella voglia di migliorare emersa fino a qua. L'Emilbronzo 2000 di Montale Rangone è una formazione decisamente alla portata della Pavidea Steeltrade e l'ha ampiamente dimostrato in precampionato, ma va affrontata con uno spirito molto diverso da quello visto fino ad ora: il team allenato da Marcello Mescoli è uscito con le ossa rotte dalla trasferta contro l'Atomat Udine nella quale, però, ha confermato di essere duro da abbattere e avere una intelaiatura di buon livello tecnico. Irene Fontana ed il "libero" Lara Bottecchi sanno il fatto loro e saranno le giocatrici da tenere nel mirino, assieme a Giulia Scalabrini sempre presente ed utilissima nelle diverse situazioni tattiche. Insomma, un cliente scomodo, ma non trascendentale. Bisognerà però cambiare registro e interpretare la gara in modo diverso, con una mentalità da serie B. Amoros farà ancora a meno dell'infortunata Alice Scapuzzi, mentre è quasi sicuro il recupero di Lisa Ambrosini, pedina importantissima per carisma ed esperienza, componenti che, allo stato attuale delle cose, diventano fondamentali. L'incontro sarà arbitrato da Gianluca Urbano e Riccardo Lucini di Lucca.
Il programma del terzo turno: Studio 55 Ata trento-Cittàfiera Martignacco, Isuzu Enermia 434 Cerea-Trentino Rosa Trento, Le Ali Padova Project-Volley Millenium Brescia, Bakery Gossolengo-Liu Jo Modena, Domovip Acqua Pradis Porcia-Coveme San Lazzaro di Savena, Brunopremi Bassano del Grappa-Atomat Volley Udine, Emilbronzo 2000 Montale Rangone-Pavidea Steeltrade Fiorenzuola (sabato ore 18,00).
FRANCO BONATTI