domenica 8 dicembre 2013

LIU JO MODENA-PAVIDEA STEELTRADE FIORENZUOLA 0-3

LIU JO MODENA-PAVIDEA STEELTRADE FIORENZUOLA 0-3 (19-25, 12-25, 12-25)
LIU JO MODENA: Campana 2, Bici (L), Cozzani 10, Corsi, Corni, Romagnoli, Pezzoni (L2), Poggetti 2, Volpi 1, Baroncelli 5, Paterlini 7, Panini 2. All: Magnani, II° all: Sgarbi.
PAVIDEA STEELTRADE FIORENZUOLA: Musiari (L), Vignola 1, Barbarini 16, Nicolini, Errichiello 5, Ambrosini 8, Pisani, Fanelli 6, Ghisolfi, Ciarlini 2, Arzani (L2), Ferretti 12, Cester 5. All: Amoros. II° all: Michelotti.
ARBITRI: Alberto Fabris di Venezia e Antonio Belluco di Padova.
NOTE: esordio in B/1 per Michela Musiari classe 1994.  
MODENA-Pavidea Steeltrade, tre lampi nella notte. Dopo avere ingoiato bocconi amari ed indigesti ed essere stata sull'orlo della gastrite, la compagine fiorenzuolana ha trovato una cena gustosa da mangiare con tranquillità. Le rossoblù di Omar Amoros e Danilo Michelotti sono tornate dalla trasferta di Modena con la prima, attesissima ed importante vittoria contro il giovane Liu Jo che fa da bacino per la compagine di A/1. Un successo arrivato in un'ora e cinque minuti, segno inequivocabile di una supremazia mai in discussione. La Pavidea Steeltrade ha trovato nuova linfa con gli innesti del libero Michela Musiari e della palleggiatrice reggiana Giada Ciarlini che ha saputo alzare il ritmo ogni volta che le esigenze tattiche lo imponevano ed ha avuto in Noemi Barbarini la top scorer che ha fatto da traino a tutta la squadra. Il Liu Jo ha fatto quello che potuto, mettendo in mostra l'opposto Lisa Cozzani dal sicuro avvenire, ma non è stato in grado di tenere la scia delle fiorenzuolane andate via di slancio e in sicurezza.
Omar Amoros manda in tribuna la convalescente Alice Scapuzzi e si affida ad un sestetto solido ed equilibrato guidato in cabina di regia da Giada Ciarlini e completato da Noemi Barbarini, Ilaria Fanelli, Lisa Ambrosini, Chiara Ferretti e dal libero Michela Musiari esordiente in serie B/1; nella metà campo alla destra della tribuna del "Palaguarini", il tecnico delle modenesi Adele Magnani propone un sestetto pieno di vitalità ed entusiasmo composto da Cozzani, Paterlini, Baroncelli, Poggetti, Panini e dal diciannovenne centrale Sara Campana. Ad inaugurare la serie delle battute va Giada Ciarlini che mette subito in grande apprensione la ricezione delle padrone di casa, aprendo la strada ad uno 0-4 suggellato da un attacco fuori misura di Sara Panini. Il Liu Jo arranca e fa fatica a tenere il ritmo imposto da una dinamica Ciarlini, capitan Lisa Ambrosini firma una spettacolare "ace" e la Pavidea Steeltrade si stacca (1-6). Le bianconere modenesi si impegnano alla morte sotto rete, ma pagano dazio in esperienza e tecnica e quando le rossoblù spingono decise con Noemi Barbarini e la rientrante Caterina Errichiello, vanno in apnea (3-10). La gara è vivace, il pubblico di fede rossoblù si fa sentire coprendo spesso quello più numeroso del Liu Jo che ha un sussulto su un chirurgico lungolinea di Laura Paterlini che manda fuori tempo Lisa Ambrosini (4-10). La sedicenne schiacciatrice modenese firma una ace che Barbarini controlla male, Chiara Ferretti non supera il muro eretto da Lavinia Poggetti e Lisa Cozzani anticipa tutte sotto rete per il 7-10. Il Liu Jo prende coraggio, la Pavidea Steeltrade ha un paio di minuti di black out e subisce un uno-due di Baroncelli e Cozzani andando sotto 12-10. 9-0 di parziale è troppo ed allora arriva il time chiamato a gran voce da Amoros che richiama all'ordine le ragazze. Black out finito e Pavidea Steeltrade che riprende a correre: Ferretti accorcia, Vignola pareggia ed una ace di Chiara Ferretti riporta avanti le fiorenzuolane (12-13). Valentina Cester va a rilevare sotto al nastro Caterina Errichiello, Barbarini fa doppietta e Lisa Ambrosini va al break (13-16). L'ingresso della venticinquenne schiacciatrice di San Donà del Piave è di quelli che si sentono, Sara Baroncelli balbetta e le rossoblù volano a "+4" (13-17). Michela Musiari è reattiva quanto basta per dare sicurezza in ricezione, Ilaria Fanelli va valere la sua potenza per il 15-19 che si dilata su un attacco troppo lungo di Lavinia Poggetti (15-20). Adele Magnani dalla panchina chiama un time, ma la Pavidea Steeltrade è nella serata giusta e respinge il timido tentativo di recupero portato da Sara Campana con due perle di Chiara Ferretti e Noemi Barbarini (18-22). Il pubblico modenese segue con una punta di rassegnazione l'escalation fiorenzuolana che arriva al culmine con il set ball di Noemi Barbarini e si concretizza su un errore di Sara Baroncelli (19-25).
Pochi minuti per riprendere fiato e si riparte con la Liu Jo che tenta l'effetto sorpresa con Cozzani e Paterlini, ma è un fuoco di paglia e la Pavidea Steeltrade piazza un tris con Fanelli, Barbarini ed Errichiello andando al sorpasso (2-3). Sulla scia del vantaggio, le rossoblù di Amoros e Michelotti insistono e trovano impreparate le padrone di casa che scivolano a sei lunghezze sugli attacchi di una scatenata Barbarini che vanno a fare il paio con gli errori sotto il nastro di Cozzani e Poggetti. La gara, nonostante la differenza dei valori, resta piacevole: la Pavidea Steeltrade gioca sopra le righe e trova gloria; la Liu Jo mette in campo generosità ed esuberanza provando a meritarsi gli applausi. Noemi Barbarini continua il suo show e piazza un attacco, le fa eco Lisa Ambrosini con una doppietta che manda in tilt Poggetti e vale il doppiaggio (6-14). Barbarini sbaglia il servizio, ma Giada Ciarlini rimedia rubando il tempo a Sara Panini con un "lob". Valentina Cester piega le mani a Sara Baroncelli  e Giada Ciarlini replica con una battuta che coglie impreparata Laura Paterlini (7-17). Movimento sulla panchina modenese: Ilaria Volpi prende il posto di Laura Paterlini, ma non cambia molto, perché la Pavidea Steeltrade ha due marce in più e va sul velluto con la schiacciata di Lisa Ambrosini e l'errore in palleggio di Sara Panini (8-19). Cambia anche Amoros: fuori Lisa Ambrosini, dentro Luisa Nicolini; Valentina Cester insiste e mette giù due palloni pesantissimi, in campo opposto è ancora Lisa Cozzani a dare qualche grattacapo alle fiorenzuolane, poi Chiara Ferretti fa 10-22, Sara Panini manda oltre la riga la battuta, Barbarini fa set ball e una ace di Chiara Ferretti archivia (12-25).
Terzo set con la Pavidea Steeltrade che dimostra di avere ancora benzina per tenere alto il ritmo e va subito al break con Chiara Ferretti (1-3). Il Liu Jo fa quello che può, ma ha coraggio da vendere e Lisa Cozzani sa fare male sotto rete; Noemi Barbarini fa 2-6 ed una ace di Caterina Errichiello costringe al time out la panchina modenese. Caterina Errichiello conferma di avere assorbito completamente lo stiramento muscolare e mette giù un'altra ace, Sara Baroncelli vince un muro con Noemi Barbarini, ma ci pensa ancora Lisa Ambrosini a ristabilire le distanze (5-11). La Pavidea Steeltrade tira un po' il fiato, ma le padrone di casa sono sorde ed allora le rossoblù fanno "bum-bum-bum" con Fanelli ed Errichiello e vanno all'ennesimo doppiaggio (7-16). Cozzani ha sette vite (8-16), Sara Baroncelli fa ace, ma poi cancella tutto mandando fuori il servizio (9-17). Chiara Ferretti mette l'undicesimo sigillo personale, Noemi Barbarini piazza l'11-20, Valentina Cester ha più forza di Sara Baroncelli, Barbarini fa match point e tocca a Chiara Ferretti chiudere il conto (12-25). Il Liu Jo incassa l'ennesimo 3-0, la Pavidea Steeltrade brinda alla prima vittoria. Il campionato comincia adesso.
I risultati della ottava giornata: Bakery Gossolengo-Domovip Porcia 2-3, Studio Ata Trento-Delta Informatica Trento 3-2, Liu Jo Modena-Pavidea Steeltrade 0-3, Volley Millenium Brescia-Isuzu Enermia 434 Cerea 3-2.
FRANCO BONATTI