sabato 28 dicembre 2013

PAVIDEA STEELTRADE-PROPERZI GAMES LODI 3-2

PAVIDEA STEELTRADE-PROPERZI GAMES LODI 3-2 (13-25, 25-17, 25-8, 25-23, 13-15).
La serie B/1 ricomincerà l'11 gennaio, ma la Pavidea Steeltrade non va in vacanza. La formazione rossoblù ha disputato un interessante test amichevole ospitando al "Palamagni" il Properzi Games Lodi, una compagine che sta guidando il girone B della B/2 e quindi avversario indicatissimo per sostenere un proficuo allenamento prima del "rompete le righe" di fine anno. Ed il confronto non ha tradito le attese, perché è stato interessante ed ha fornito utili indicazioni tecniche ed agonistiche. Il risultato, in casi simili, conta pochissimo, ma l'impegno è stato grandissimo, sia per le fiorenzuolane che per le lombarde e quindi si può salutare il 2013 con fondate speranze per il futuro.
Pavidea Steeltrade priva della acciaccata Alessandra Pisani, del libero Michela Musiari con Valentina Cester influenzata e guidata in panchina dal tecnico della Volley Alsenese Mario Scaltriti, Properzi Games deciso a riscattare la sconfitta subita a settembre nella prima amichevole precampionato: fiorenzuolane in campo con Ambrosini, Ferretti, Nicolini, Fanelli, Errichiello e Giada Ciarlini al palleggio che cerca subito di dettare i ritmi, ma si trova di fronte un Properzi Games che entra in partita a tempo di record con un break che sorprende le rossoblù (0-3). Partita vera, nessuno ci sta a perdere ed allora la Pavidea Steeltrade prova a tornare sotto approfittando di due errori in attacco delle lombarde (2-3). Properzi Games che fa la gara e non si scompone molto nemmeno quando caccia oltre la riga una battuta che vale il 3-5. La panchina dà preziosi consigli alle ragazze e scuote Noemi Barbarini che vince alla sua maniera un muro portando il quarto punto. Le fiorenzuolane cominciano a carburare sotto la spinta di Giada Ciarlini, ma le lodigiane riescono sempre a trovare qualche spazio sul parquet e tengono l'esiguo, ma prezioso vantaggio. Giada Ciarlini fa la magia mettendo giù un pallonetto , Lisa Ambrosini scarica potenza e rabbia in una schiacciata e la Pavidea Steeltrade va a "-1" (8-9). Chiara Ferretti manda oltre la riga rossa la battuta, il Properzi Games è fortunato su un pallonetto e va all'ennesimo break che Errichiello dimezza subito (9-11). Luisa Nicolini "sporca" la ricezione ed allora Scaltriti chiede il time. Sessanta secondi che trascorrono troppo in fretta per le rossoblù, costrette a subire un "3-7" che lancia in orbita le lodigiane (12-19). Altro stop per la Pavidea Steeltrade che prova a riorganizzarsi, ma l'avversario è di quelli tosti e si vede: Noemi Barbarini vede il pallone soltanto quando ha toccato terra, Lisa Ambrosini ci mette troppa foga ed un servizio vincente al veleno significano 13-25.
Punto e a capo. Scaltriti cambia Ciarlini con Veronica Vignola che ripaga la fiducia formando una "ace", Ambrosini questa volta c'è, Caterina Errichiello piazza un diagonale imprendibile ed un altro servizio di Veronica Vignola significano fuga (4-0).  Il Properzi Games con pazienza riordina le idee e si fa rivedere con maggiore insistenza e continuità sotto rete con il risultato di avvicinarsi grazie ad una battuta troppo lunga di capitan Ambrosini (5-4). Gara equilibrata e viva, nonostante l'orario insolito e le feste di fine anno dietro l'angolo, le lombarde danno la spallata e impattano (6-6). Pavidea Steeltrade sempre reattiva grazie a Caterina Errichiello che sale sul podio per un "uno-due" che lascia di stucco il Properzi Games incapace di trovare la reazione migliore per non farsi staccare. Lisa Ambrosini ha voglia di applausi, Noemi Barbarini di pallonetti e Ilaria Fanelli di schiacciate: oplà, il break è servito (12-8). Le rossoblù quando prendono a girare a pieno ritmo sono inarrestabili ed ecco Vignola proporre il suo repertorio migliore con due "aces", Ambrosini schiaccia e la Pavidea Steeltrade si stacca (15-9). Set nelle mani fiorenzuolane, ma il Properzi Games è combattivo e reagisce arrivando fino a "-4", prima che Chiara Ferretti e Caterina Errichiello facciano capire di esserci. Le lodigiane tentano il colpo di coda, ma mandano in rete un attacco dando il set ball alla Pavidea Steeltrade e facendo "harakiri" (25-17).
Parità e rossoblù che hanno il motore tanto caldo da partire a razzo e lasciarsi lontano le avversarie (7-0). Properzi Games, dove sei? Cester, Barbarini ed il muro Vignola-Barbarini danno una inequivocabile risposta: il Lodi è a dieci punti, chissà se ritornerà in gioco? La Pavidea Steeltrade ci prende gusto, gioca quasi a memoria e fa vedere sprazzi di bel gioco; le lombarde arrancano e si fanno anche male da sole gettando alle ortiche un paio di attacchi che valgono il doppiaggio (16-6). Ambrosini è una furia e colleziona punti, Errichiello completa l'opera, Valentina Cester vince febbre e muro e il Properzi Games crolla (25-8).
Sorpasso effettuato, si va avanti. Le lombarde si guardano negli occhi e pensano: "troppo brutte per essere vere. Diamoci una mossa". Ecco il cambio di marcia: Cester ed Ambrosini perdono il duello sotto rete, Giada Ciarlini litiga con il pallone e la Pavidea Steeltrade scivola sulla buccia di banana (0-3). Si sarà fatta male? Ma neanche per sogno. Avanti a testa bassa. Ambrosini suona la carica, Ilaria Fanelli la mette giusta, Chiara Ferretti pareggia con un pallonetto e Valentina Cester piazza la "ace" della freccia (6-5). Incontro movimentatissimo che interessa e diverte, Marta Ghisolfi fa break e il Properzi Games chiede aiuto al time out. Giro di lancette finito, lodigiane reattive che tornano sotto con un attacco e una incertezza di Chiara Ferretti (9-8), ma Lisa Ambrosini spezza il ritmo riportando a distanza le fiorenzuolane (12-9). Tira molla, molla e tira, il punteggio è sempre in bilico, poi le lombarde mandano sotto il nastro una battuta e Lisa Ambrosini piazza la botta del 15-13 che il muro Ferretti-Fanelli trasformano nel "+3". Il Properzi Games non vuole saperne di alzare bandiera bianca e moltiplica le energie: Chiara Ferretti manda fuori, Marta Ghisolfi non controlla a dovere un attacco e Chiara Ferretti litiga sotto il nastro. Morale della favola: 19-18. Tutto da rifare. Sarebbe più ora di pranzo che ora di giocare, ma l'incontro si fa appassionante e passa anche la fame: Ghisolfi schiaccia, le lodigiane replicano, Ambrosini dice la sua, Ilaria Fanelli ci mette la manina e Lisa Ambrosini va al match ball (24-20). Manca un punto al "tanti saluti", ma il Properzi Games sterza di colpo e colleziona uno "0-3" da brividi. Tremolio anche lungo la schiena di Mario Scaltriti che chiama il time out della speranza. Funziona, funziona ed è Chiara Ferretti ad esorcizzare maghi, streghe, fantasmi e gnomi con una bordata imprendibile, di quelle da applausi (25-23).
Giochi finiti? In teoria sì, ma è una amichevole, bisogna smaltire il panettone di Natale e allora si va avanti con un set ai quindici. La Pavidea Steeltrade parte con il ritmo giusto, il fiato c'è, Beatrice Arzani ha il suo spazio di gloria e Vaqlentina Cester fa break (5-3). Ciarlini-Ghisolfi vincono il muro, Ferretti lo perde e le lombarde pareggiano (8-8). Ambrosini, ancora lei, ci riprova, Chiara Ferretti manda fuori e la premiata ditta Fanelli-Ambrosini rimedia (11-10). Fasi finali da film di Alfred Hitchcock, chi più ne ha, più ne metta, il Properzi Games sprinta e si consola (13-15).
FRANCO  BONATTI