domenica 19 gennaio 2014

VOLLEY MILLENIUM OFFICINE MECCANICHE RIGHI BRESCIA-PAVIDEA STEELTRADE FIORENZUOLA 3-0 (25-11, 25-16, 25-16).

VOLLEY MILLENIUM OFFICINE MECCANICHE RIGHI BRESCIA-PAVIDEA STEELTRADE FIORENZUOLA 3-0 (25-11, 25-16, 25-16).
VOLLEY MILLENIUM OFFICINE MECCANICHE RIGHI BRESCIA: Dall'Acqua 11, Baldi 23, Casali, D'Angelo 11, Cima, Treccani 5, Bellini, Trentini, Camanini, Pionelli 5, Raccagni 9, Calzoni (L). All: Corrini.
PAVIDEA STEELTRADE FIORENZUOLA: Vignola, Barbarini, Errichiello 1, Ambrosini 2, Pisani 8, Ciarlini 2, Fanelli 6, Musiari (L), Ghisolfi 5, Arzani (L2), Ferretti 3, Cester. All: Amoros.
ARBITRI: Chiara Santangelo di Catania e Maribetti La Barbera di Palermo.
BRESCIA-Profondo rossoblù. Metamorfosi radicale della Pavidea Steeltrade, capace, nel giro di sette giorni, di passare dalla serata sugli scudi contro il Cittàfiera Martignacco nella quale avrebbe meritato una sorte diversa, alla sconcertante prova contro il Volley Millenium Brescia dove non ha meritato nulla. Nemmeno la pizza. Primo set inguardabile, secondo imbarazzante e terzo disarmante. Risultato: tre a zero secco senza attenuanti. Una serata completamente da dimenticare, una partita da cancellare, un capitolo di storia da buttare via. Discorso decisamente diverso per il Volley Millenium Officine Meccaniche Righi che ha saputo reagire con forza e determinazione di fronte all'esonero del tecnico peruviano Ivan Castillo deciso dalla società alla immediata vigilia, mettendo in evidenza una Gloria Baldi superlativa ed una compattezza di organico che è stata la carta vincente.
In palio ci sono punti che valgono doppio e le squadre sono pronte a sfidarsi fino all'ultimo pallone. padrone di casa in maglia bianca che il tecnico Francesco Corrini schiera alla sinistra della tribuna con Dall'Acqua, Baldi, D'Angelo, Pionelli, Raccagni e Paola Calzoni libero; Amoros risponde con Errichiello, Ambrosini, Ciarlini, Fanelli, Ferretti e Musiari a fare il "libero". Chiara Ferretti apre la serie delle battute, ma il primo punto va alle bresciane che piazzano una botta potentissima con Silvia Raccagni. E' l'inizio del monologo bresciano: Raccagni si ripete con una "ace", Ilaria Fanelli "cicca" un attacco e ancora un servizio vincente di Silvia Raccagni confeziona il poker. Pavidea Steeltrade, dove sei? A vedere così, sembra che la testa sia rimasta negli spogliatoi ed allora Amoros cerca di farla entrare in campo rifugiandosi in un time out. Si torna sotto rete e Caterina Errichiello si ricorda di avere un padre medaglia di bronzo alle Olimpiadi e toglie lo zero dalla casella. Ma le rossoblu non ingranano, le gambe sono molli, la ricezione fa acqua e sotto rete si va per farfalle. Quadro favorevole al Volley Millenium che, invece, ha già messo il turbo e corre via: Erika Pionelli azzecca la botta, Treccani fa "ace", Errichiello questa volta va fuori giri, Pionelli completa l'opera (8-1). Non è primavera, ma svegliatevi bambine! Invece niente, la sveglia non suona e la Pavidea Steeltrade va sott'acqua. Amoros tenta di tornare a galla: dentro Vignola, fuori Giada Ciarlini al palleggio, ma la mossa serve soltanto per le statistiche, perché le bresciane continuano a correre con Baldi superstar, D'Angelo e Dall'Acqua fide scudiere. Le fiorenzuolane non reggono l'urto e quando Chiara Dall'Acqua fa l'undicesimo punto, arriva un altro cambio dalla panchina rossoblù. Questa volta c'è il cambio dei centrali con Marta Ghisolfi a rilevare Noemi Barbarini, ma tutto è inutile, il Volley Millenium ha preso il largo e non si ferma. Dall'Acqua mura Lisa Ambrosini che si fa ipnotizzare anche da Gloria Baldi, la forbice diventa larghissima e Amoros chiama un altro time (13-1). Dai Pavidea, muoviti. Macchè: il sonno continua anche quando Caterina Errichiello si fa vedere per il 14-3. La serata prende una brutta piega, le bresciane insistono e dilagano approfittando anche di un errore a rete di Alessandra Pisani, gettata sul parquet al posto di Caterina Errichiello. Il pubblico di fede fiorenzuolana si guarda negli occhi. La domanda è: "Ma questa è la Pavidea, o abbiamo sbagliato squadra?". Insomma: troppo brutta per essere vera. Invece è tutto vero: in campo c'è soltanto il Volley Millenium, la ricezione delle rossoblù chissà dov'è e sotto il nastro si fa una grande confusione. Silvia Raccagni firma il 23-9, Alessandra Pisani va a punto e Erika Pionelli manda sotto il nastro un attacco (23-11). Pavidea Steeltrade che supera i dieci punti, ma si ferma lì, Cristina Treccani va al set ball e manda in archivio il set costringendo all'errore Lisa Ambrosini (25-11).
Tre minuti per rifiatare e si torna in campo. Sarà la stessa Pavidea o cambierà qualcosa? Spes, ultima dea, ma anche la saggezza latina va presto a farsi benedire: Gloria Baldi torna subito in cattedra e riprende lo show personale, Ilaria D'Angelo mette giù la "ace" del break e si ripete con un attacco al veleno (6-3). In campo c'è Beatrice Arzani a fare il libero e la diciassettenne fiorenzuolana cerca di parare le bordate che le arrivano da ogni parte, mentre Baldi non ha paura di nulla e confeziona un altro break (7-4). Marta Ghisolfi punta dritta su Paola Calzoni, Ilaria Fanelli fa 8-6 e Gloria Baldi questa volta sbaglia. Era ora! La Pavidea Steeltrade si avvicina. Vuoi vedere che il vento cambia direzione? Ma fuori piove a dirotto, l'aria arriva sempre da Nord e le previsioni del colonnello Giuliacci non promettono nulla di buono. Infatti ecco un'altra tempesta: Baldi ne piazza cinque di fila e la Pavidea Steeltrade affonda (13-7). Chiara "Ferri" Ferretti prende il posto di Valentina Cester, Amoros chiede il time e Ilaria D'Angelo va a punto (14-7). Pavidea Steeltrade doppiata, Volley Millenium al settimo cielo. Si va avanti. Dai Pavidea, prova a reagire! Ci prova davvero Alessandra Pisani che schiaccia il 14-8, la imita Chiara Ferretti con una "ace", poi tocca ancora ad Alessandra Pisani e Ilaria Fanelli (15-11), Danni limitati, meno male. Ma l'illusione della rimonta dura pochissimo: le "bianche" lombarde riprendono a correre, Gloria Baldi torna sul podio e con lei tornano buio, lampi, tuoni e temporale. Che serata! Marta Ghisolfi ci prova, ma Gloria Baldi non ha pietà, Alessandra Pisani manda in rete, Ilaria D'Angelo fa set ball (24-14). Pisolino serale per il Volley Millenium, Ilaria Fanelli ne approfitta e Baldi sbaglia l'attacco (24-16). Veronica Vignola ha in mano la battuta per continuare la striscia, ma il suo servizio al salto è sciaguratamente corto. Morale della favola: 25-16.
Due a zero e palla al centro. Chissà se il terzo set sarà migliore? Ma quando mai! Inizio da incubo notturno: Raccagni, Baldi, Dall'Acqua e 5-0. Urca, che roba. E la Pavidea Steeltrade? Non pervenuta. Fanelli spedisce fuori la battuta, Baldi no, Pisani schiaccia, Chiara Dall'Acqua fa 8-3 e Amoros fa time out. Lisa Ambrosini mette giù, ma Barbarini sciupa tutto cacciando in rete il servizio (9-4). Sempre e solo Millenium, il pubblico suona tamburi e grancasse come fosse la banda d'Affori, Baldi e Dall'Acqua vanno a braccetto, Cristuna Treccani fa "ace" e Erika Pionelli prende il tempo a Giada Ciarlini (15-8). Amoros è senza time out, peccato, Ghisolfi sbaglia l'attacco e allora è Corrini a chiedere i sessanta secondi. Chiara Ferretti va a sostituire Marta Ghisolfi, e piazza subito il 16-9, Ilaria D'Angelo rimette tutto a posto, Giada Ciarlini fa il decimo punto, il muro di Ilaria Fanelli vince su D'Angelo e Gloria Baldi manda fuori. Due più due fa quattro e la Pavidea Steeltrade va a cinque lunghezze. (17-12). Siamo allo sprint finale, le rossoblù provano a rientrare in partita, ma il distacco è sempre siderale ed allora Silvia Raccagni mette il diagonale giusto, Gloria Baldi va al match ball e Chiara Dall'Acqua chiude i conti (25-16). Un'ora e dieci minuti. Si risale sul pullmann. Destinazione Fiorenzuola. Nessuno ha voglia di parlare, l'unico desiderio è arrivare a casa. Alla svelta. Per dimenticare una serata da Inferno dantesco. Per dormirci su. La notte porta consiglio. Domani è un altro giorno.
Risultati della dodicesima giornata: Emilbronzo 2000 Montale Rangone-Delta Informatica Trento 0-3, Studio Ata 55 Trento-Liu Jo Modena 3-0, Bakery Piacenza-Brunopremi Bassano del Grappa 3-0, Volley Millenium Brescia-Pavidea Steeltrade Fiorenzuola 3-0,
FRANCO BONATTI