sabato 15 marzo 2014

La grande illusione. Il capolavoro girato da Jean Renoir nel 1937, può diventare lo spunto per commentare la sconfitta della Pavidea Steeltrade contro le veronesi dell'Isuzu Enermia 434. Una battuta d'arresto arrivata inattesa, soprattutto dopo il primo set nel quale le ragazze di Omar Amoros erano riuscite a giocare ad ottimi livelli, con un muro efficiente ed un attacco nel quale Noemi Barbarini e capitan Ambrosini avevano saputo mettere a terra palloni pesantissimi. Ma quella prima ripresa vinta a mani basse, ha finito per rappresentare un ostacolo psicologico per le fiorenzuolane, diventando invece la molla decisiva per le venete. La grande illusione, appunto, perché la Pavidea Steeltrade ha improvvisamente smarrito la strada, restando preda delle sue paure. E si sa, la paura fa novanta e gioca brutti scherzi. L'Isuzu Enermia 434, senza fare grandi sfracelli, ha sfruttato i mali altrui e è andato via di slancio chiudendo senza troppi problemi. Peccato, perché le condizioni per portare a casa un risultato positivo c'erano tutte. Una sconfitta che complica moltissimo la rincorsa alla salvezza, adesso lontana dodici lunghezze. Alla fine dei giochi mancano otto gare e in palio restano ventiquattro punti. La aritmetica lascia ancora aperta le porte alla rimonta, ma adesso ci vorrà una impresa e si dovranno verificare una serie di circostanze favorevoli per non salutare la serie B. Ma è anche giusto continuare a crederci, fino all'ultimo. Le ragazze meriterebbero di salvarsi, una affermazione che non è un semplice discorso di simpatia o campanilismo, ma è supportato dai fatti: le rossoblù hanno un potenziale non inferiore alle squadre che le precedono in classifica e, nel corso della stagione, hanno saputo migliorarsi tecnicamente e dal lato caratteriale. Non sono riuscite a dare continuità al loro rendimento e questo sta facendo la differenza.
Si gira un'altra volta pagina con molti rimpianti e si guarda all'immediato futuro. Domenica 16 marzo alle 18,00, il team di Omar Amoros sarà in campo al Palabruel di Bassano del Grappa ospite del Brunopremi, formazione in piena lotta per la salvezza e formata da giovani talenti che i tecnici Malinov e Arsenov stanno facendo maturare. Le vicentine non hanno fatto fatica a superare il fanalino di coda Liu Jo e, soprattutto di fronte al proprio pubblico, sanno trovare gli stimoli giusti. Un'altra battaglia per le fiorenzuolane che dovranno lasciare da parte i retaggi del passato, liberarsi da condizionamenti psicologici e liberare tutte le loro potenzialità. Insomma, dovranno provarci. La gara sarà diretta da Claudio Belluco di Padova e Alberto Fabris di Venezia.
L'incontro di andata disputatosi il 23 novembre 2013 al "Palamagni" si concluse con la vittoria al tie break del Brunopremi e portò il primo punto alla Pavidea Steeltrade. Il tabellino.
PAVIDEA STEELTRADE FIORENZUOLA-BRUNOPREMI BASSANO DEL GRAPPA 2-3 (25-20, 18-25, 20-25, 25-20, 10-15).
PAVIDEA STEELTRADE FIORENZUOLA: Vignola 8, Barbarini 13, Nicolini 1, Testa (L), Ambrosini 28, Pisani 4, Fanelli 6, Ghisolfi 2, Arzani (L2), Ferretti 15, Cester 8. All: Amoros. II° all. Michelotti.
BRUNOPREMI BASSANO DEL GRAPPA: Zarpellon, Malinov 14, Pamio 16, Scapati 14, Comunello 7, Zanon G. 4, Guerra 29, Compostella 10, Zanon C. (L), Scanavacca (L2). All: Malinov. II° all: Arsenov.
ARBITRI: Alessio Barbagallo di Alessandria e Lorenzo Paolicelli di Torino.
Il programma della sesta giornata di ritorno: Bakery Piacenza-Le Ali Padova Project (andata 1-3), Domovip Porcia-Cittàfiera Martignacco (andata 2-3), Emilbronzo 2000-Liu Jo Modena (andata 3-0), Brunopremi Bassano del Grappa-Pavidea Steeltrade Fiorenzuola (domenica ore 18,00) (andata 3-2), Atomat Udine-Studio 55 Ata Trento (andata 0-3), Isuzu Enermia 434 Cerea-Coveme Vip San Lazzaro di Savena (andata 2-3), Delta Informatica Trento-Volley Millenium Brescia (andata 3-0).
La classifica: La Ali Padova Project p.50, Delta Informatica Trento p.48, Bakery Piacenza p.43, Studio 55 Ata Trento p.30, Coveme Vip San Lazzaro di Savena, Emilbrozo 2000 Montale Rangone, Isuzu Enermia 434 Cerea p.28, Atomat Udine, Volley Millenium Brescia p.24, Cittàfiera Martignacco p.23, Brunopremi Bassano del Grappa p.22, Domovip Porcia p.20, Pavidea Steeltrade Fiorenzuola p.10, Liu Jo Modena p.0.
FRANCO BONATTI