mercoledì 26 marzo 2014

LA PAVIDEA STEELTRADE RIPARTE DA DAVIDE ZANICHELLI

La Pavidea Steeltrade riparte da Davide Zanichelli. Il quarantunenne tecnico parmense è il successore del dimissionario Walter Omar Amoros sulla panchina rossoblù. Il nuovo timoniere arriva a Fiorenzuola portando con sé un curriculum prestigioso maturato in A/2 da vice di Marco Botti alle Terre Verdiane di Fontanellato e da primo allenatore con il Fin di Volta Mantovana e il Pre Camp Collecchio. Esperienza e carisma sono la dote che Zanichelli metterà a disposizione della compagine fiorenzuolana che vuole terminare a testa alta la sua sfortunata stagione sul palcoscenico della B/1, ritrovando motivazioni ed entusiasmo.  Arriva alla Pavidea Steeltrade spinto da Giovanni Errichiello ed è pronto a rimettersi in gioco dopo un anno di pausa.
 "Giovanni-conferma l'allenatore rossoblu-lo conosco da anni ed è un mio grande amico. Ha fiducia in me e conosce i miei metodi di lavoro ed in questa nuova avventura ha avuto una parte importantissima. Da parte mia ho motivato questa scelta innanzitutto perché non volevo allontanarmi da casa per questioni lavorative, poi ho trovato la società disposta a venirmi incontro ed un gruppo di ragazze pieno di qualità. Credo di avere margini per potere impostare un lavoro interessante e in grado di fare crescere tutte le giocatrici".
-Veniamo proprio al lato tecnico. Come saranno gli allenamenti?-
"Il tempo è abbastanza scarso e non si riesce a lavorare come si vorrebbe. Una cosa, comunque, è certa: non stravolgerò nulla di quello portato avanti da chi mi ha preceduto, ma cercherò di creare nuovi stimoli. E questo penso sia molto importante".
-Che squadra hai trovato?-
"Tutte hanno motivazioni e voglia di migliorarsi. Il punto di partenza giusto penso ci sia. Adesso insieme dovremo ottenere il massimo cercando di dare il massimo".
-Ritrovi Michela Musiari-.
 "Sì. Michela ha avuto la possibilità di allenarla durante il mio ultimo anno di permanenza alle Terre Verdiane di Fontanellato quando ero il vice di Marco Botti. Mi fa piacere ritrovarmela tra le giocatrici. E' una ragazza piena di qualità che può ancora migliorare parecchio".
-Sabato c'è subito un test importante. Una gara facile, ma soltanto sulla carta-.
"E' vero. Incontriamo il Liu Jo Modena ancora a zero punti, ma non bisognerà sottovalutare l'impegno. Quello che sarà importante è vedere la reazione della squadra e le motivazioni. Non è facile, quando ci sono i cambi di allenatore, liberarsi degli ostacoli psicologici e quindi si può rimanere preda delle proprie paure. Ma queste sono ragazze che possono farlo e quindi mi aspetto da loro segnali importanti".
FRANCO BONATTI