domenica 10 agosto 2014

ALESSIA TESTA RITROVA LA PAVIDEA STEELTRADE

Alessia Testa ritrova la Pavidea Steeltrade. Nove mesi dopo. Un ritorno importante ed un punto di riferimento fondamentale per le compagne di squadra chiamate alla stagione del rilancio. Alle soglie dei trentaquattro anni, il "libero" di Castell'Arquato ha deciso di rimettersi in gioco. Di tirare fuori dal cassetto quella maglia bianca numero sette che per lei, adesso, non sarà più soltanto un ricordo. Un esempio di serietà ed attaccamento ad una città e società che sono come il primo amore. Non si scordano mai. Alessia è scesa in campo l'ultima volta sabato 29 novembre 2013 nella gara contro il Brunopremi Bassano del Grappa. Poi il black out.
"Ho avuto parecchi problemi-ha affermato-a cominciare dall'incidente occorso a mio padre. E' stato un periodo nero anche dal punto di vista sentimentale ed allora ho deciso di prendermi una pausa. E' stata una decisione ragionata: fisicamente mi sentivo ancora in grado di dare parecchio, ma la sfera psicologica aveva subito un duro contraccolpo ed andare avanti in quelle condizioni non lo ritenevo giusto".
-Nove mesi da spettatrice. Cosa ti è passato per la mente durante questo periodo?-
"Nulla. Mi sono riposata. Ho coltivato la mia passione sciistica e ho rimesso a posto la mia sfera sentimentale. L'arrivo di Gianluca è stato di grande aiuto, perché anche lui pratica sport e piano piano mi ha fatto ritornare la voglia di pallavolo. E poi c'è stata anche la società che mi ha dato una grossa mano accogliendomi a braccia aperte".
-Ti rimetti in gioco a trentaquattro anni. La consideri una scommessa?-
"Mica mi sono fermata degli anni! Finire la mia carriera così bruscamente non mi sarebbe piaciuto. Avrei avuto dei rimorsi. La voglia non mi è mai mancata ed allora, appena mio padre si è rimesso, ho deciso che la mia carriera sarebbe finita in modo molto più dignitoso. Così sono più tranquilla con me stessa".
-Hai visto le avversarie che vi attendono. Che idea ti sei fatta di questa B/2?-
"Ho giocato in questa categoria cinque anni, ma per me è un girone nuovo. Le squadre romagnole non le ho mai incontrate, però credo che la società stia lavorando bene in sede di campagna acquisti e ritengo potremo toglierci parecchie soddisfazioni".
-Ti senti pronta per la nuova stagione?-
"Direi di sì. Fisicamente ci sono alla grande, tra un po' ricomincerò ad andare in palestra. In due parole: non vedo l'ora!".
-Sarà la stagione del rilancio un po' per tutti. La tua esperienza in campo si farà sentire-.
"Rispetto allo scorso anno, c'è molta differenza. La categoria la conosco bene, le basi per fare bene ci sono. Credo possa essere l'occasione giusta per ritornare protagoniste".
-Le vacanze sono finite al sole di Sardegna?-
"Purtroppo sì. Ho trascorso un periodo di piacevole relax. Adesso sono tornata a casa, ma può darsi che in agosto mi faccia un po' di Trebbia. Per chiudere la stagione e ricaricare del tutto le batterie prima del campionato, è l'ideale".
FRANCO BONATTI