lunedì 18 agosto 2014

VALENTINA GUCCIONE

Da Piacenza a Fiorenzuola. Con biglietto di solo andata. Valentina Guccione inverte la rotta. Dopo la stagione alla Bakery, il centrale siciliano cambia maglia. Dal biancorosso al rossoblù. Il suo obiettivo era tornare alla Pavidea Steeltrade. Missione compiuta. Tutti contenti.
"Ce l'ho fatta-afferma-è stata dura, ma sono contenta del risultato. A Piacenza mi sono trovata abbastanza bene, ma è chiaro che Fiorenzuola mi è sempre rimasta nel cuore. E' la mia famiglia che non potrò dimenticare.
Ventisette anni compiuti il 31 gennaio, Valentina torna a respirare l'aria di provincia senza dimenticare il passato.
"Alla Bakery-precisa-sono cresciuta parecchio. Allenamenti ed ambiente erano molto professionali e poi la promozione in A/2 è stata la ciliegina sulla torta. Ritrovo la squadra nella quale ho già giocato tre stagioni e quanto ho imparato con Andrea Pistola potrà certamente servirmi per togliermi altre soddisfazioni".
-Ilaria Fanelli, Valentina Guccione, Deborah Allegretti. In medio virtus-.
"Siamo un bel trio, ma una dovrà fare più panchina delle altre. Tutte dovremo lavorare con intensità per guadagnare il posto da titolare. A parlare per tutti saranno i risultati".
-Hai già fatto conoscenza con l'allenatore?-
"No. Con Davide Zanichelli non ho ancora parlato direttamente. Ma ho raccolto informazioni sul suo conto e l'idea che mi sono fatta è ottima. Ho voglia di mettermi subito a sudare per dimostrare il mio valore. Poi a decidere sul mio impiego sarà lui. Ma sotto questo aspetto sono tranquilla".
-Alessia Testa, Veronica Vignola e Lorena Amasanti. Ritrovi alcune compagne di squadra con le quali hai diviso tanti momenti felici-.
"Sono contentissima di giocare ancora con loro. Sono ragazze in gamba con le quali si possono raggiungere obiettivi importanti. La squadra mi sembra sia più esperta e questo sarà un aspetto fondamentale per il nostro futuro".
-Qual è stata la molla che ti ha spinto a tornare alla Pavidea Steeltrade?-
"L'affetto che nutro da sempre per questa città, per la gente, per la società. Il resto viene da sé".
-Riflessioni sulla B/2 che ti attende-.
"Ho visto le avversarie. Tutte formazioni per me sconosciute. Vedremo cammin facendo il loro spessore. Sarà una stagione tutta da vivere e gustare. Speriamo di ritrovare il pubblico, perché può diventare il valore aggiunto".
-Estate di beach volley?-
"Assolutamente no. Sono andata a casa mia in Sicilia ed ho fatto solo vacanza. Tornerò in tempo per il raduno, ma penso di essere già ad un buon livello di condizione fisica".
FRANCO BONATTI