sabato 25 ottobre 2014

PAVIDEA STEELTRADE - FERRARA NEL CUORE

Una vittoria che vale doppio. La Pavidea Steeltrade ha cominciato la stagione del riscatto superando una Libertas Forlì che ha confermato sul campo tutte le previsioni della vigilia che la davano solida, potente sotto rete ed anche abile in ricezione. Un successo non limpidissimo, ma frutto di una carica caratteriale arrivata già ad alti livelli e che, nel corso della stagione, può diventare una tra le importanti carte nelle mani del tecnico Davide Zanichelli. Le fiorenzuolane non sono ancora al top fisico, ma l'organico, anche se ridotto all'osso, è ricco di qualità tecniche ed agonistiche in grado di fare la differenza. Vedere nel tabellino cinque giocatrici in doppia cifra non è cosa da tutti i giorni, ma questo non fa altro che confermare sia la bontà del lavoro portato avanti in sede di campagna acquisti dal direttore sportivo Giovanni Errichiello, sia le scelte operate dall'allenatore capace già di dare al gruppo una precisa fisionomia. La Libertas Forlì di Andres Delgado ha fatto fino in fondo la sua parte, trascinata dalla coppia di schiacciatrici Greca Morelli e Alma Frangipane e guidata dalla palleggiatrice Giulia Tardozzi capace di scandire alla perfezione i ritmi e distribuire pericolosissimi palloni sia a destra che sulla corsia mancina. Le romagnole, anche nei momenti di minore lucidità, non hanno mai ceduto le armi, ma hanno tenuto il campo con ordine, riuscendo a dare fastidio alla ricezione delle fiorenzuolane andate in qualche occasione fuori strada. Ed il terzo set gettato letteralmente alle ortiche quando ormai tutto sembrava deciso, non fa altro che suonare a conferma. Insomma, non è stata la serata perfetta, nemmeno quella da Oscar, ma proprio per questo il successo di Ciarlini e compagne vale doppio. Tre punti pesantissimi, quindi, messi in classifica alla vigilia delle due trasferte consecutive a Ferrara e Reggio Emilia che daranno importanti risposte e consentiranno all'allenatore Zanichelli di avere un quadro della situazione più chiaro. Sabato 25 ottobre, intanto, la Pavidea Steeltrade sarà di scena alle 21,00 al Palazzo delle Palestre di Ferrara dove ad attenderla troverà Ferrara nel Cuore, un'altra matricola chiamata a riscattarsi subito dal secco 3-0 subito nell'esordio ad Offanengo. Le estensi, guidate dai tecnici Nicola Benini e Giovanni Del Torre, sono un gruppo affiatato ed esperto nel quale spicca un reparto schiacciatrici interessante che va da Giulia De Marchi, classe 1961, alla ventunenne Francesca Canella. Due generazioni a confronto che possono procurare parecchi problemi. Un test molto significativo per le fiorenzuolane dal quale usciranno importanti risposte sia tecniche, che agonistiche.
L'incontro sarà arbitrato da Michela Risi e Angelo Giuseppe D'Alessandro di Bologna.
Il programma del secondo turno: Anderlini Unicomstark Sassuolo-Clai Imola, Libertas Volley Forlì-Arbor Interclays Reggio Emilia, Gramsci Pool Volley Reggio Emilia-Volley Cesena Riv, Ferrara nel Cuore-Pavidea Steeltrade Fiorenzuola (sabato 25 ottobre ore 21,00), Pallavolo Volta Mantovana-Abo Offanengo, Easy Volley Desio-Banca Lecchese Picco, Alkom Banca Cremasca-Sanda Volley Brugherio.
FRANCO BONATTI