domenica 18 gennaio 2015

PAVIDEA STEELTRADE FIORENZUOLA-EASY VOLLEY DESIO 3-1

PAVIDEA STEELTRADE FIORENZUOLA-EASY VOLLEY DESIO 3-1
(25-20, 21-25, 25-20, 25-18)
PAVIDEA STEELTRADE FIORENZUOLA: Donida 16, Crotti, Boniotti, Amasanti 16, Errichiello 14, Guccione 18, Ciarlini, Fanelli, Musiari (L), Vignola 3, Allegretti 11. All. Davide Zanichelli. II° all. Corrado Longhi.
EASY VOLLEY DESIO: Quintile 8, Colombi 8, Bianchi 3, Zanta 9, Colombo 16, Visintini 1, Acquistapace (L), Pozzoni 10, Galliani 7, Cattaneo. All. Luciano Villa. II° all. Benedetto Manera.
ARBITRI: Alessandra Martinelli e Alessandro Sicco di Torino.
FIORENZUOLA D'ARDA (PC)-La Pavidea Steeltrade conquista tre punti in una serata non limpidissima. Una gara difficile che arrivava in un momento difficile per le ragazze di Davide Zanichelli reduci dalla figuraccia di Volta Mantovana ed in un periodo non molto positivo sotto il profilo emotivo e tecnico. Di fronte c'era un Easy Desio non trascendentale, ma comunque ordinato e compatto che ha saputo fare bella figura confondendo le idee ad una compagine fiorenzuolana discontinua e in preda a pericolosi momenti di amnesia. Palamagni con un discreto colpo d'occhio, bar fornitissimo e squadre che promettono scintille. Le padrone di casa devono riscattare il passo falso di Volta Mantovana che ha lasciato qualche strascico polemico; Easy Desio deciso a confermarsi dopo il franco successo contro la Libertas Forlì. In palio ci sono punti pesanti e la gara è da tripla.
Pavidea Steeltrade che si schiera a destra nella tradizionale maglia bianca con inserti blu notte; Easy Desio che occupa la metà campo di sinistra indossando una casacca arancio-nera. Imprevisto dell'ultimo minuto: manca il medico e la gara non può cominciare. L'attesa dura venti minuti, fino a quando viene trovato in extremis il dottor Mauro Bonomini che salva capra e cavoli. Tutto è pronto ed alle 20,53 si parte. Pavidea Steelotrade che va in campo con Donida, Amasanti, Errichiello, Allegretti, Vignola e Musiari; brianzole che rispondono con Quintile, Bianchi, Zanta, Colombo, Pozzoni e Galliani. Il primo pallone lo gestisce Veronica Vignola che non trova troppa gloria, perché un missile di Serena Quintile toglie lo zero dal tabellone. L'Easy Desio dimostra di essere in serata e comincia a prendere in mano il bandolo del gioco: solido in ricezione, compatto a muro. Se ne accorgono le fiorenzuolane che non sanno trovare il ritmo migliore e scivolano a quattro lunghezze su un attacco fuori misura di Elena Donida (1-5). Davide Zanichelli osserva e medita mosse vincenti; in campo opposto Luciano Villa sorride e applaude le sue ragazze che sanno tenere il campo con autorità. Tenta la reazione d'orgoglio la Pavidea Steeltrade, ma Caterina Errichiello segna un punto che serve a poco, perché un diagonale millimetrico di Chiara Colombo ristabilisce la distanze (2-6). Il pubblico rumoreggia, le fiorenzuolane reagiscono e recuperano terreno fino ad impattare con una botta di Lorena Amasanti (7-7). Easy Desio che rimane sorpreso dal colpo di coda biancoblu e va in riserva. Chiara Colombo manda lungo, Debora Allegretti piega le mani a Beatrice Pozzoni, Elena Donida  trova l'angolo più lontano e fa break (11-9). Brianzole in difficoltà, fiorenzuolane in crescita. Gara vibrante ed appassionante. Lorena Amasanti mette la firma mirando su Francesca Bianchi, Valentina Guccione sale in cattedra e colpisce duro. L'Easy Desio tenta di reagire con Selene Colombi, ma Caterina Errichiello ha spalle robuste e supera il muro di Colombi firmando il sedicesimo punto. Time tecnico e si riparte. Valentina Guccione da Mazara del Vallo c'è e mette la ace, Elena Donida schiaccia senza pietà e completa l'opera con una botta terrificante su Chiara Colombo (20-14). Inevitabile il time di Luciano Villa che serve e spezzare il ritmo. Errichiello manda alle ortiche il servizio, ma ci pensa Debora Allegretti a trovare gloria pescando la diagonale migliore. Set che fila via senza sussulti: Lorena Amasanti colpisce, Errichiello fa set ball ed Elena Donida strike (25-20).
Pavidea Steeltrade che non brilla, ma sa soffrire e vuole regalarsi altre soddisfazioni. Sarà vera gloria? Errichiello e una ace di Lorena Amasanti sembrano dare risposte positive, ma il team di Luciano Villa non ci sta e cambia marcia. Elena Donida manda in rete un attacco sbilenco, Allegretti manda fuori un muro su Chiara Colombo e le padrone di casa vanno sotto (4-7). La reazione fiorenzuolana è blanda e Chiara Colombo fa arrossire Elena Donida per il break che fa da anticamera al time (6-8). Si riparte e la gara ritorna avvincente: Debora Allegretti costringe all'errore Chiara Colombo, Valentina Guccione serve un diagonale e va al pareggio, Veronica Vignola trova la ace e sorpassa (10-9). Si scuote l'Easy Desio che va ad impattare con Selene Colombi e va a procurarsi un break con una ace di Chiara Colombo che Michela Musiari non sa digerire (10-12). Si va avanti con un botta e risposta avvincente: Elena Donida fa pallonetto, Daniela Zanta replica, Monica Galliani fa ace (13-16). Scappa via il sestetto di Villa che sorride dalla panchina e applaude. Pavidea Steeltrade che prova a restare in scia, ma un attacco di Selene Colombi tiene aperta la forbice e quando Caterina Errichiello sbaglia tutto, Davide Zanichelli chiama il time. Risultati scarsi, perché Francesca Bianchi fa pallonetto, Caterina Errichiello manda in rete un attacco e Monica Galliani chiude i conti (21-25).
Si riparte dall'1-1 con molti rimpianti. Terzo round. Bisogna vincerlo, ma le premesse non ci sono, perché il Volley Desio va subito al break con una murata di Serena Quintile su Lorena Amasanti (1-3). Per fortuna che Valentina Guccione è in serata di grazia e vuole riscattare con gli interessi la "magra" di Volta Mantovana: doppietta e le fiorenzuolane tornano a ruota. Amasanti pareggia con un servizio al bacio, Caterina Errichiello sorpassa, Valentina Guccione va in replay e Caterina Errichiello affonda il colpo (8-4). Prova la reazione il team lombardo, ma trova pochi spazi ed allora è la Pavidea Steeltrade a volare via decisa con una ace di Elena Donida che vale un clamoroso doppiaggio (14-7). Prova a cambiare qualcosa Luciano Villa: dentro capitan Visintini, in panca Francesca Bianchi. Gara che fila via nelle mani delle fiorenzuolane che non vogliono correre altri rischi e mettono nello score un diagonale di Caterina Errichiello che significa 17-10. Quintile va con due ace da brividi ed allora Zanichellli chiama il time. La risposta di Elena Donida è di quelle che non tradiscono: palla oltre il nastro che spazzola la riga. Roba da applausi. Mamma Marcella non si tira indietro e si lascia scappare un sorriso. Adesso la Pavidea Steeltrade ci ha preso gusto e insiste: Errichiello, pallonetto di Donida, muro di Allegretti su Colombo, invenzione di Veronica Vignola e set ball in cassaforte (24-19). Pubblico che rumoreggia. Desio che balbetta, Amasanti che cinguetta. Tutto scritto, sottoscritto, confermato. 25-20. 2-1. Pronti per il quarto set.
Parte forte l'Easy Desio che raccoglie le ultime energie e tenta l'allungo con Beatrice Pozzoni. Reazione fiorenzuolana con Allegretti e Vignola che va al break (5-3). Le arancio-nere ci provano con generosità, ma le padrone di casa hanno più potenza e continuano a tenere le distanze con una ace di Debora Allegretti (9-5). Luciano Villa chiama i trenta secondi sperando nel cambio di rotta, ma fa soltanto il gioco di Errichiello e Guccione che mettono a terra senza pietà (13-8). Sussulto improvviso delle brianzole: Colombo, ace di Pozzoni, muro di Zanta su Allegretti, Se due più due fa quattro, tre più tre fa quattordici e pareggio (14-14). Desio ritrova coraggio, Fiorenzuola rivede i fantasmi e ha un momento di smarrimento che Monica Galliani suggella con il punto del sorpasso (14-15). La paura però non fa sempre novanta e allora la Pavidea Steeltrade ritorna avanti con Elena Donida ed un servizio vincente di Caterina Errichiello (17-15). Momenti decisivi. Donida, Amasanti, errore di Galliani. Fiorenzuolane che vanno in fuga e siglano il punto numero 21 con Lorena Amasanti. Palla importantissima dal punto di vista psicologico: se ne accorge il pubblico che si fa sentire a gran voce. Guccione vale il 22, Debora Allegretti cicca il servizio, ma Francesca Bianchi restituisce il favore. Siamo alle battute decisive: Lorena Amasanti non tradisce emozione e firma il match point. In battuta va Veronica Vignola. Palla tagliata che tradisce Monica Acquistapace. E' il punto decisivo. 25-18. La Pavidea Steeltrade soffre, suda, si arrabbia, ma vince. Tre punti che significano quarto posto in classifica. Ed una botta di morale prima del big match di Reggio Emilia. Ma per questo c'è tempo. Per stasera si festeggia. 3-1. Pizza, birra, caffè e grappino. La ricetta della felicità.
FRANCO BONATTI