venerdì 20 febbraio 2015

LA PAVIDEA STEELTRADE S' E' DESTA

La Pavidea Steeltrade s'è desta. Dopo l'amarezza e la delusione per il doppio stop arrivato al tie break contro Gramsci Reggio Emilia e Libertas Forlì, in casa biancoblu è tornato il sorriso. I tre punti arrivati contro la "cenerentola" Ferrara nel Cuore hanno portato un po' di serenità e fiducia ad un ambiente che si stava interrogando sul futuro. Una vittoria importante anche per la classifica, perché consente a Ciarlini e compagne di tenere viva la corsa ai play offs e guardare avanti con rinnovato spirito. Le due ore di gara hanno confermato, se ancora ce ne fosse bisogno, la qualità delle ragazze di Zanichelli capaci di giocare una pallavolo ordinata, efficace e spesso irresistibile, evidenziando, però, anche quelle amnesie e blocchi psicologici spesso causa di improvvise e gravi battute d'arresto. Contro le ferraresi, la Pavidea Steeltrade ha giocato tre set sopra le righe, mostrando sicurezza ed una tecnica di alto livello, ma si è persa clamorosamente nella terza frazione letteralmente regalata alle romagnole quando ormai nessuno ci avrebbe più scommesso nemmeno un nickel. Quel terzo set gettato al vento, ha fatto tornare alla memoria  il primo giocato a Lecco a metà novembre: in vantaggio 24-19, la Pavidea Steeltrade ha forse peccato di presunzione facendosi recuperare poco a poco dalle avversarie, fino a cedere ai vantaggi. Una scivolata che ha finito per macchiare una serata fino a quel momento decisamente da Oscar, facendo tornare a galla antiche paure. L'avversario di turno, questa volta, non ha avuto né la forza, né tantomeno i mezzi per affondare il colpo e tutto si è risolto in un semplice incidente di percorso. Sotto l'aspetto individuale, la gara contro il team romagnolo di Nicola Benini e Giovanni Del Torre, ha mandato in cattedra Elena Donida, che strada facendo acquista sempre più sicurezza sotto rete, confermando anche le qualità di una Caterina Errichiello ancora una volta top scorer. Molte luci, poche ombre, in una serata importante che ha fornito risposte importanti. La legge del "Palamagni" continua ad essere spietata e può rappresentare un aspetto determinante nella corsa agli spareggi di metà maggio. Il campionato sta entrando nel vivo e adesso ogni errore può essere determinante. Le biancoblu di Zanichelli e Longhi possono trovare in ogni momento il colpo di pedale vincente, ma dovranno liberarsi dalle loro paure. Trovare continuità di risultati a questo punto della stagione sarebbe fondamentale e potrebbe fare la differenza. Le qualità non mancano, lo spirito giusto bisogna tirarlo fuori. Aspettando lo scontro diretto di Offanengo di fine mese, c'è alle porte il secondo turno casalingo consecutivo dal quale raccogliere il massimo. Sabato 21 febbraio alle 20,30 arriva sul parquet del "Palamagni" il team reggiano dell'Arbor Interclays che, dopo un inizio di stagione tutto sommato positivo, ha cominciato a perdere colpi precipitando in piena bagarre retrocessione. Le ragazze di Nicola Piccinini e Paolo Rabitti si trovano al quart'ultimo posto con diciotto punti e sono un gradino sotto la salvezza. Inutile dire che saliranno in Valdarda con il coltello tra i denti per provare il colpaccio che darebbe una botta verticale al morale. Una formazione che già nella gara di andata confermò la sua pericolosità e si dimostrò solida e veloce nella manovra. In quella occasione, la Pavidea Steeltrade cadde rovinosamente e senza attenuanti facendo un bagno di umiltà. Un avversario da prendere con le molle e al massimo della concentrazione per prepararsi con serenità e fiducia al big match contro la capolista Abo Offanengo della ex Noemi Barbarini.
La gara sarà diretta da Barbara Manzoni di Lecco e Giovanna Caporotundo di Monza.
Il programma della terza giornata di ritorno: Pavidea Steeltrade-Arbor Interclays Reggio Emilia (sabato 21 febbraio ore 20,30) (andata 0-3), Gramsci Pool Volley Reggio Emilia-Anderlini Unicomstark Sassuolo (andata 3-0), Libertas Volley Forlì-Abo Offanengo (andata 0-3), Ferrara nel Cuore-Banca Lecchese Picco Lecco (andata 0-3), Easy Volley Desio-Cesena Riv (andata 2-3), Alkim Banca Cremasca-Csi Clai Imola (andata 0-3), Pallavolo Volta Mantovana-Sanda Volley Brugherio (andata 1-3).
FRANCO BONATTI