mercoledì 4 marzo 2015

QUANDO IL GIOCO SI FA DURO...

Quando il gioco si fa duro, la Pavidea Steeltrade c'è. Lo scontro al vertice tra la capolista Abo Offanengo e le rossoblù fiorenzuolane, rappresentava una tappa importante nella corsa ai play offs. Un risultato positivo avrebbe accorciato le distanze nei quartieri alti della classifica ed innalzato umori e motivazioni, una sconfitta avrebbe portato soltanto rabbia e rammarichi. La Pavidea Steeltrade portava con sé la incredibile e salutare vittoria arrivata al tie break al cospetto di un agguerrito Arbor Interclays, le cremasche invece erano cadute rovinosamente a Forlì e meditavano il riscatto. Una gara, inutile dirlo, dall' altissimo coefficiente di difficoltà e dove ogni minimo errore sarebbe potuto essere decisivo. I tecnici Marini e Zanichelli avevano preparato con grande puntiglio il testa a testa, guardando anche la situazione infermeria e erano pronti a giocare una partita a scacchi interessante ed emozionante. Chi metteva a segno le mosse vincenti, avrebbe portato a casa il piatto. Con soddisfazione e merito. Alla fine il piatto l'ha ripulito il sestetto fiorenzuolano trascinato da una eccezionale, commovente e insuperabile Caterina Errichiello, capace di mettere a terra 37 punti e battere il record stabilito lo scorso anno da Lisa Ambrosini. Roba d'altri tempi. Il talento di casa Pavidea ha messo in fila le avversarie, facendosi trovare sempre al posto giusto, scaricando potenza, tecnica e cuore, nonostante un problema al ginocchio che le aveva fatto saltare un paio di allenamenti. Le fiorenzuolane hanno sofferto parecchio, ma hanno messo sul piatto della bilancia quel loro grande spirito e  cuore che in altre circostanze avevano messo a tacere tutti. Cinque set tiratissimi, due ore e mezza di alta pallavolo, un tie break thriller deciso all'ultimo pallone. Una serata spettacolare che ha premiato le fiorenzuolane capaci di ritrovare il ritmo giusto dopo un terzo set perso malissimo. I due punti conquistati nella bassa sono di quelli pesanti che incideranno certamente sul futuro di Ciarlini e compagne. Il Sanda Brugherio ha fatto l'en plein contro la Libertas Forlì e si è ripreso il terzo posto, ma il successo della Pavidea Steeltrade vale sicuramente di più.
Stop. Festeggiamenti finiti, bottiglie scolate, si ritorna alla realtà. Che è di quelle da vivere appassionatamente. La quinta giornata del girone di ritorno nasconde parecchie insidie per il sestetto fiorenzuolano. Sabato 7 marzo alle 20,30 arriverà al "Palamagni" la Banca Lecchese Picco di Lecco, una formazione che sta interpretando la sua stagione senza grandi sussulti, ma che comunque può contare su un organico di grande spessore tecnico. Le lombarde, guidate dagli allenatori Luca Borgnolo e Alessandro Rebecca, occupano il settimo gradino della classifica e sono reduci dalla netta vittoria ottenuta al "Palabione" contro le reggiane dell'Arbor. Il discorso play offs è quasi chiuso, visti gli otto punti che separano dall'ultimo posto utile per staccare il pass verso gli spareggi, ma niente va dato per assoluto e scontato, perché in altre occasioni la Banca lecchese Picco ha saputo stupire e cambiare il corso degli eventi. Di fronte al proprio pubblico la Pavidea Steeltrade sta tenendo un passo da capolista, mentre le lecchesi lontano da casa hanno raccolto undici punti e soffrono molto la pressione avversaria. Fiorenzuolane, sulla carta, decisamente favorite, ma spesso l'apparenza inganna e può riservare molte insidie. La gara di andata vide la Banca Lecchese conquistare una vittoria al quarto set, dopo che le ragazze di Davide Zanichelli riuscirono a perdere il primo set in modo incredibile e sconcertante. La gara del "Palamagni" sarà diretta da Davide Santo Anton Grasso e Alessandro Falavigna di Modena.
Il programma della giornata: Arbor Interclays Reggio Emilia-Abo Offanengo (andata 0-3), Pavidea Steeltrade Fiorenzuola-Banca Lecchese Picco Lecco (sabato 7 marzo ore 20,30) (andata 1-3), Libertas Forlì-Volley Cesena Riv (andata 0-3), Ferrara nel Cuore-Csi Clai Imola (andata 0-3), Easy Volley Desio-Sanda Brugherio (andata 1-3), Pallavolo Volta Mantovana-Anderlini Unicomstark Sassuolo (andata 3-0), Alkim Banca Cremasca-Gramsci Pool Volley Reggio Emilia (andata 0-3).
FRANCO BONATTI