venerdì 10 aprile 2015

A CENA CON CENERENTOLA

A cena con Cenerentola. Il campionato di B/2 torna dopo la canonica sosta pasquale per offrire una ventiduesima giornata che potrà diventare decisiva per esprimere i primi ed attesi verdetti. E per la Pavidea Steeltrade Fiorenzuola il quint'ultimo turno stagionale diventa un ideale testacoda, perché dopo la negativa trasferta sul parquet della capolista Csi Clai Imola, le ragazze di Davide Zanichelli e Corrado Longhi se la vedranno con l'Anderlini Unicomstark di Sassuolo che occupa l'ultimo posto della classifica ed è ad un passo dalla aritmetica retrocessione in serie C. La terza battuta d'arresto consecutiva, arrivata ancora una volta in quella Romagna che Ciarlini e compagne hanno dimostrato di non digerire, ha messo in evidenza una squadra da lodare per l'impegno messo in campo, ma da censurare per le troppe lacune sia sotto rete che in ricezione, dove le amnesie sono state parecchie. Il tecnico Davide Zanichelli ha cercato di trovare il giusto equilibrio sul parquet, ma ha trovato poche risposte e questo al di là del valore di un Imola solido, robusto, reattivo, ma non certamente di un altro pianeta. Le fiorenzuolane sulla carta possiedono un potenziale di primo ordine, ma troppo spesso non riescono a metterlo in mostra e questo finisce per essere determinante in chiave risultato. Il lavoro dello staff tecnico non è comunque agevole, dal momento che la Pavidea Steeltrade ha un organico ridotto all'osso che non permette di effettuare troppi cambi, ma le qualità delle singole ci sono e gli allenamenti lo dimostrano. A Imola la squadra ha avuto un sussulto quando è entrata in campo Lisa Ambrosini, una di quelle che sa mettere a disposizione il suo bagaglio di esperienza e non molla mai, ma è chiaro che non sarebbe potuto bastare per invertire la rotta ed ottenere quella vittoria capace di riaprire i giochi in chiave play offs. La vittoria del Volley Cesena Riv contro la Banca Lecchese Picco, ha allontanato le fiorenzuolane dal capitolo spareggi ed ora, per tornare in corsa, bisognerà fare l'en plein nelle cinque gare che restano al termine della regular season, sperando contemporaneamente in qualche favore altrui. Difficile, ma non impossibile. Intanto ecco il primo ostacolo da non fallire: sabato 11 aprile alle 20,30 arriva al "Palamagni" l'Anderlini Unicomstark Sassuolo, ultima in classifica, ma in possesso di un organico giovane, dinamico e dai buoni contenuti tecnici. Un avversario che finora ha raccolto soltanto sette punti, ma sa lottare su ogni pallone sotto la spinta di capitan Syria Tangini e Aurora Pistolesi, giocatrici che hanno raggiunto un livello tecnico altissimo e possiedono ancora ampi margini di miglioramento. I tecnici Roberta Maioli e Davide Zaccherini riescono sempre a proporre sestetti agguerriti e in grado di dare qualche problema alle avversarie, quindi le modenesi non andranno sicuramente sottovalutate. La gara di andata del 13 dicembre 2014 si concluse con la vittoria delle fiorenzuolane che, dopo avere perso il primo set ed incassato l'infortunio alla caviglia subito da Giada Ciarlini, seppero trovare i ritmi giusti per ribaltare la gara e chiudere di slancio. L'incontro del "Palamagni" sarà diretto da Vanessa Bacchella e Cimichella Valentina di Pavia. Il programma della ventiduesima: Us Arbor Interclays Reggio Emilia-Volley Cesena Riv, Banca Lecchese Picco Lecco-Sanda Volley Brugherio, Pavidea Steeltrade Fiorenzuola-Anderlini Unicomstark Sassuolo (sabato 11 aprile ore 20,30), Abo Offanengo-Csi Clai Imola, Easy Volley Desio-Pallavolo Volta Mantovana, Ferrara nel Cuore-Gramsci Pool Volley Reggio Emilia, Libertas Forlì-Alkim Banca Cremasca Crema. FRANCO BONATTI