giovedì 22 ottobre 2015

"LA PRIMA"

La "prima" è sempre circondata da un alone di curiosità e mistero. Perchè non si conoscono ancora le proprie forze e nemmeno si riesce a quantificare il livello delle avversarie. Ed allora, in questi casi, conta molto il risultato finale, perchè partire subito al massimo fa morale, oltre che classifica. La Pavidea Steeltrade ha fatto il proprio dovere cominciando il settimo campionato di B/2 con un terno secco che fa capire quanto le ragazze di Giovanni Errichiello possano diventare una tra le formazioni più accreditate per la lotta ai play offs. Di fronte c'era una squadra giovane, ma interessante con alcune individualità di spicco come Valentina Re e guidate da un tecnico intelligente e capace di interpretare al meglio le gare. E poi il Manital Canavese arrivava al "Palamagni" con un biglietto da visita di tutto rispetto, perchè la formazione piemontese è stata l'unica che lo scorso anno ha saputo fare cadere a terra lo schiacciasassi Vigevano. Tutte premesse che potevano mettere un po' di apprensione in casa biancorossa. Ma Guccione e compagne hanno fatto un salto doppio superando cabala, paure e preoccupazioni con una gara in crescendo che ha messo tutti d'accordo. Un tre a zero corposo e frutto di una condotta di gara senza grandi acuti, ma lineare. Ricezione e "muro" sono state armi pesantissime nelle mani delle fiorenzuolane che sembrano essere già sulla strada giusta per dare risposte importanti ed anche attese. Il ritorno in campo di Alessia Testa dopo un anno di inattività, è stata una tra le note più positive, perchè il "libero" di Castell'Arquato ha sbagliato pochissimo e si è sempre fatto trovare pronto ad ogni chiamata. Giovanni Errichiello è uno che di pallavolo se ne intende e da questo incontro potrà raccogliere le indicazioni migliori per portare avanti un lavoro mirato che tenda a limare imperfezioni e dare alla squadra una precisa fisionomia. Tre punti in classifica che fanno benissimo, anche se sono i primi. Punto e a capo. E' già tempo di pensare all'immediato futuro, perchè il ritmo del campionato non consente di guardarsi troppo le spalle. Alle porte c'è la trasferta sul parquet della Impresa Colombo a Certosa Pavese dove la Pavidea Steeltrade scenderà sabato 24 ottobre alle 21,00 per cercare risposte e, soprattutto conferme. La compagine lombarda ha acquistato il titolo sportivo dalla Conad Alsenese e si presenta per la prima volta sulla ribalta nazionale con l'entusiasmo tipico della esordiente assoluta, ma anche con molte incognite. Amichevoli e tornei vanno in questa direzione e la scoppola rimediata sette giorni fa a Galliate non lascia troppi dubbi. Premesse che farebbero pensare ad una gara in discesa per le biancorosse, ma fidarsi delle cifre sarebbe un grosso errore. Arbor e Picco Lecco docent. Una vittoria avrebbe un valore altissimo non soltanto per la classifica ed in casa Pavidea Steeltrade ci si aspetta una gara importante e di grande spessore. A dirigere l'incontro sono stati chiamati Giuseppe Bressi di Catanzaro e Valerio Rusconi di Lecco. Il programma della seconda giornata: Iglina Albisola-Logistica Biellese, Manital Canavese Volley-Volley 2001 Garlasco, Adolescere Rivanazzano-Junior Volley Alessandria, Colombo Impresa Certosa Pavia-Pavidea Steeltrade Fiorenzuola (sabato alle 21,00), Serteco School Genova-Dkc Galliate, Arrdo Frigo Makhymo Alessandria-Normac Genova, Pavic Romagnano Sesia-Lilliput Pallavolo Torino. FRANCO BONATTI