lunedì 2 novembre 2015

STREGATA DALL'AMBROVIT

Stregata dall'Ambrovit. Nella serata di Halloween, nel primo vero esame di maturità, la Pavidea Steeltrade ha steccato tornando da Garlasco con una sconfitta che deve fare riflettere. Le pavesi, dimostratesi solide, equilibrate e determinate, hanno confermato di essere attrezzate per puntare in alto e hanno saputo condurre una gara con poche sbavature e piena di carattere. Caroli, Cagnoni, Bottale e Cozzi hanno fatto da trascinatrici aggredendo ogni pallone con potenza e precisione. La compagine di Giovani Errichiello, al contrario, è un po' mancata in continuità e equilibrio: dietro Alessia Testa ha chiuso l'impossibile, il muro ha tenuto botta soprattutto nel primo e secondo set, ma davanti non tutto è filato liscio come ci si sarebbe potuto e dovuto aspettare. Caterina Errichiello ha giocato sotto gli standard di competenza, ma la sua presenza e quella di Giulia Sotera comunque, sono state importanti come punto di riferimento. La Ambrovit Garlasco ha vinto con cuore e coraggio, mettendo in classifica tre punti importanti per morale e futuro. La Pavidea Steeltrade ha un organico che vale molto di più di quanto visto al palasport di via don Balduzzi, ma deve dimostrarlo con i fatti. Battuta d'arresto che pesa per la classifica, perchè adesso le biancorosse sono scivolate al quinto posto a due lunghezze dalla vetta occupata dalle alessandrine dell'Arredo Frigo Makhymo. Una situazione molto fluida che sta ad indicare come il girone sia equilibrato e basti un risultato per cambiarne i connotati. Capitolo Garlasco chiuso. Si volta pagina. Sabato 7 novembre alle 20,30 si riapriranno le porte del "Palamagni" di via Boiardi dove Guccione e compagne hanno costruito sempre vittorie importanti. L'avversario di turno è quel DKC Galliate, vecchia conoscenza delle biancorosse, per avere partecipato un paio di anni fa al Memorial "Samantha Pini". Da allora è passata molta acqua sotto i ponti e le novaresi sono agonisticamente più mature e smaliziate. Le "rosse" di Igor Galimberti e Massimo Bernini arrivano dalla sconfitta casalinga al cospetto del Manital Canavese e meditano il riscatto. Classifica alla mano, la gara acquista grande importanza per entrambe, visto che una vittoria servirebbe a rilanciare ambizioni di gloria. Le piemontesi hanno cambiato pochissimo rispetto ad un anno fa e questo è un significativo punto di partenza: la shiacciatrice Elisa Bruscagin ed il centrale Sara Borin sono pedine importanti nelle mani dello staff tecnico che ha altre frecce interessanti nella propria faretra, a cominciare dalla palleggiatrice Marta Carando e dal confermato centrale Elena Mainini. Pronostico incerto, ma la Pavidea Steeltrade non può sbagliare. La gara sarà dietta da Angelo Giuseppe D'Alessandro e Michela Risi di Bologna. Il quadro completo della quarta giornata: Pavidea Steeltrade-DKC Galliate (sabato 7 novembre alle 20,30), Ambrovit Garlasco-Normac AVB Genova, Colombo Impresa Certosa-Junior Volley AVBC Alessandria, Manital Canavese Volley-Lilliput Pallavolo Torino, Arredo Frigo Makhymo Alessandria-Logistica Biellese, Serteco School Volley Genova-Adolescere Rivanazzano, Pavic Romagnano Sesia-Iglina Albisola. FRANCO BONATTI