mercoledì 16 dicembre 2015

"SIAMO UNA GRANDE SQUADRA"

"Siamo una grande squadra". Il dopo-partita di Giovanni Errichiello si quantifica in queste quattro parole. Perchè vincere una gara come quella di Albisola Superiore andando contro tutti e tutto, è sintomo inequivocabile di forza e carattere. La Pavidea Steeltrade ha centrato il quarto successo consecutivo con una prova di grande maturità e può candidarsi ad un posto tra le elette che si giocheranno la promozione in serie B/1. Una serata che gli infortuni subiti da Caterina Errichiello e Veronica Vignola, le clamorose sviste arbitrali e le gaffes dell'allenatore della Iglina avrebbero potuto rendere complicata, si è invece trasformata in un capolavoro per merito di una Pavidea Steeltrade capace di gettare cuore, muscoli e cervello oltre ogni ostacolo e conquistare tre punti fondamentali nella corsa ai play offs. La contemporanea battuta d'arresto casalinga del Pavic Romagnano Sesia contro il Manital Canavese e la vittoria in extremis del Normac Genova a Settimo Torinese, hanno scavato in solco profondo alle spalle delle fiorenzuolane che, adesso, hanno cinque punti di vantaggio sulla quarta in classifica. E' chiaro che il campionato può ancora riservare sorprese e imprevisti, ma la forbice aperta ha il potere di dare coraggio, aumentare l'autostima e non rendere il futuro una semplice ipotesi. Sul linoleum del palasport "La Massa", Guccione e compagne hanno saputo tenere i nervi saldi, sono rimaste concentrate anche nei momenti più difficili e hanno dato esempio di grande cinismo, sfruttando al meglio ogni circostanza per andare a punto. Aspetti significativi ed importantissimi in una serata nella quale le biancorosse non si sono espresse al meglio e che finiscono per dare ragione al tecnico e fare "marameo" anche agli scettici. Garlasco e Arredo Frigo Makhymo sembra non vogliano tirare il fiato, ma il fatto che la Pavidea Steeltrade resti sempre lì a soffiare sul collo, può rappresentare un motivo di vantaggio, perchè pavesi e alessandrine sono costrette a ottenere il massimo contro ogni avversario ed è evidente che quando si deve sempre fare l'en plein, prima o poi qualcosa può incepparsi. Avanti, quindi, in questa direzione, aspettando gli eventi. Messa in archivio la positiva gara di Albisola, è già ora di guardare avanti verso il decimo turno che fa da preludio alla sosta natalizia. Una giornata importante per i risvolti che potrà avere sulla classifica, perchè se è vero che Ambrovit Garlasco e Arredo Frigo Makhymo hanno incontri sulla carta facili, è altrettanto vero che la Pavidea Steeltrade potrà sfruttare il fattore campo per tenere il ritmo. Le ragazze di Giovanni Errichiello se la vedranno sabato 19 dicembre alle 20,30 sul rettangolo del "Palamagni" col Pavic Romagnano Sesia che, prima di restare vittima del Manital Canavese, rappresentava la quarta forza del girone e, dunque, non si può dire sia tanto malleabile. Il team di Marco Bonfantini è una formazione molto dinamica ed armonica che sa esprimersi ad un buon livello tecnico ed agonistico contro ogni avversario e, classifica alla mano, è evidente come il testa a testa con le fiorenzuolane costituisca un banco di prova da non fallire. Tre punti che valgono triplo ed una gara nella quale se ne potranno vedere delle belle. Il confronto del "Palamagni" sarà diretto da Valentina Berton di Pavia e Iole Campanile di Caserta. Il programma completo della giornata: Junior Avbc Casale Monferrato-Lilliput Settimo Torinese, Pavidea Steeltrade Fiorenzuola-Pavic Romagnano Sesia (sabato 19 dicembre ore 20,30), Normac Avb Genova-Serteco School Genova, Dkc Volley Galliate-Adolescere Rivanazzano, Ambrovit Volley 2001 Garlasco-Iglina Albisola, Colombo Impresa Certosa Pavia-Arredo Frigo Makhymo Acqui Terme, Manital Canavese Volley-Logistica Biellese. FRANCO BONATTI