mercoledì 13 gennaio 2016

Pavidea Steeltrade Fiorenzuola-Arredo Frigo Makhymo Acqui Terme

Una sconfitta amara. La Pavidea Steeltrade è tornata dal viaggio a Genova con un pugno di mosche e tanta delusione. L'ostacolo Serteco School, alla vigilia, sembrava ampiamente alla portata delle biancorosse, reduci da un significativo filotto e con un terzo posto messo in cassaforte. Ma ancora una volta il rientro in campo dopo la sosta natalizia ha giocato un brutto scherzo, perchè al "Palaserteco" Guccione e compagne non hanno trovato il ritmo migliore, rimanendo preda di un sestetto ligure che aveva bisogno di punti per togliersi da una scomoda posizione di classifica. Le ragazze di Francesco Ercole, senza fare cose trasendentali, hanno messo sotto le fiorenzuolane spingendo in regia con Marta Bertolotto, chiudendo gli spazi in mezzo e andando giù pesante sulle bande. La Pavidea Steeltrade ha perso subito il filo del gioco, andando un po' in confusione e in difficoltà. La reazione c'è stata, ma si è fermata ad un terzo set vinto quasi a mani basse e ad un disperato tentativo di allungarsi la vita in una quarta frazione persa sul filo di lana con qualche ingenuità. Attenuanti ce n'erano parecchie, a cominciare dalle assenze di Silvia Pedemonte, Alice Morelli, Alyssa Hodzic e Veronica Vignola, ma è chiaro che le seconde linee hanno qualità e mezzi per tenere gli equilibri giusti e sopperire alle mancanze. Tre punti gettati via, proprio mentre la Normac Genova, andando a sbancare Rivanazzano, ha dimezzato il gap rientrando pericolosamente in gioco nella corsa ai play offs. La rabbia per la battuta d'arresto diventa addirittura tripla, se si considera che l'Ambrovit 2001 Garlasco è caduto rovinosamente a Settimo Torinese e quindi Guccione e compagne hanno perso la possibilità di un clamoroso sorpasso al secondo posto. Un 3-1 da meditare, ma anche da prendere come punto di partenza per un immediato riscatto che possa fare tornare ancora i conti. Si va avanti, dunque, guardando all'immediato e al futuro. Sabato 16 gennaio va in scena il penultimo turno del girone ascendente e la Pavidea Steeltrade se la vedrà al "Palamagni" con la Arredo Frigo Makhymo di Acqui Terme, capolista indiscussa del girone ed in possesso di organico e motivazioni eccezionali. Forti soprattutto sulle bande, le piemontesi sanno farsi apprezzare anche nella organizzazione di gioco e nella velocità, armi sulle quali stanno costruendo le loro vittorie. Avversario scomodo e complicato che arriva nel momento sbagliato, ma allo stesso tempo stimolante per tentare il colpo partita. Il tecnico Giovanni Errichiello potrà quasi certamente contare sull'apporto di Silvia Pedemonte e Veronica Vignola che stanno accelerando i tempi di recupero per essere presenti in una sfida dagli altissimi contenuti emotivi e tecnici. L'incontro sarà diretto da Patrizio Pastore e Maristella Tiziani di Varese. Il programma della dodicesima giornata: Lilliput Settimo Torinese-Adolescere Rivanazzano, Dkc Volley Galliate-Pavic Romagnano Sesia, Ambrovit 2001 Garlasco-Impresa Colombo Certosa Pavia, Normac Avb Genova-Logistica Biellese, Junior Volley Avbc Casale Monferrato-Iglina Ascensori Albisola, Manital Canavese Volley Ivrea-Serteco Volley School Genova, Pavidea Steeltrade Fiorenzuola-Arredo Frigo Makhymo Acqui Terme (sabato 16 gennaio ore 20,30). FRANCO BONATTI