mercoledì 2 marzo 2016

CAMALEONTICA PAVIDEA STEELTRADE

Camaleontica Pavidea Steeltrade. A sette giorni di distanza dal trionfo contro la capolista Ambrovit 2001 Garlasco, le biancorosse di Giovanni Errichiello sono andate incontro ad una serata storta che ha portato alla cocente e per certi aspetti imprevista sconfitta al cospetto del Dkc Galliate. Sul parquet del palasport di via Mazzini, Guccione e compagne hanno cancellato i fasti e gli applausi, diventando la imbarazzante brutta copia di se stesse. Una sconfitta che rilancia le ambizioni e le velleità di un Galliate in crescita caratteriale e fisica, ridimensionando un sestetto fiorenzuolano con poche idee e energie. Il campionato e la corsa ai play offs entra nel vivo proprio adesso ed ogni punto assume una valenza che va oltre il riscontro numerico: a Galliate la Pavidea Steeltrade ha lasciato tre punti che a maggio potrebbero significare moltissimo in chiave spareggi, ridando fiato alle ragazze di Igor Galimberti che, non dimentichiamolo, già un anno fa riuscirono a staccare il pass per i play offs. Pavidea Steeltrade ancora una volta in difficoltà di fronte alla determinazione di un avversario che si giocava l'ultima chance per rientrare in gioco. Dkc tonico, equilibrato e determinato su ogni pallone che ha messo a nudo i limiti di una formazione biancorossa ancora troppo incostante per offrire garanzie. Le fiorenzuolane devono cercare di superare il mal di trasferta, perchè sono i punti ottenuti lontano dal Palamagni a pesare tantissimo sugli obiettivi finali. Al Palamagni Guccione e compagne fanno dormire sonni tranquilli, lontano dal rettangolo di via Boiardi cominciano, invece, i guai. Ed il calendario, in questo senso, non è molto favorevole, perchè il team di Giovanni Errichiello dovrà affrontare trasferte a rischio come ad esempio Pavic Romagnano, Arredo Frigo Makymo Acqui Terme, Logistica Biellese, tutte compagini che per diversi aspetti hanno ancora da chiedere parecchio al campionato. Il tre a uno rimediato a Galliate, deve fare riflettere e offrire spunti per una analisi dei perchè e percome: il potenziale in possesso della Pavidea Steeltrade deve necessariamente fornire certezze e non possono essere snobbate battute d'arresto come quella arrivata contro il Dkc. Questo per la precisione. Domani è un altro giorno ed allora di gira pagina. Sabato 5 marzo alle 20,30, le fiorenzuolane tornano a respirare l'aria di casa per giocarsi un'altra fetta di play offs contro il Normac Genova, una compagine interessante, ma non trascendentale che, dopo la debacle casalinga subita cpontro l'Ambrovit 2001 Garlasco, ha assoluto bisogno di un colpo di coda per restare in lista di attesa. Le ragazze guidate dai tecnici Enrico Salvi e Patrick Graziano sono un complesso che fa della solidità la sua arma migliore, un aspetto già venuto alla luce nel confronto di andata quando le liguri riuscirono a superare al tie break la Pavidea Steeltrade dopo una gara viva fino all'ultimo pallone. Trentacinque punti per la Pavidea Steeltrade, trenta per il Normac, cifre che bastano per dire quanto la sfida del "Palamagni" sia importante per il futuro di genovesi e fiorenzuolane. Ancora una volta sarà importante l'apporto del pubblico che, contro l'Ambrovit 2001 Garlasco, è risultato decisivo. La sfida in terra fiorenzuolana sarà diretta da Giulio Cervellati e Domenico D'Amico di Bologna. Il programma della quinta di ritorno: Pavidea Steeltrade-Normac Genova (sabato 5 marzo alle 20,30), Ambrovit 2001 Garlasco-Dkc Galliate, Manital Canavese Volley-Junior Avbc Casale Monferrato, Impianti termosanitari Colombo Certosa Pavese-Logistica Biellese, Arredo Frigo Makhymo Acqui Terme-Lilliput Settimo Torinese, Serteco School Volley Genova-Ascensori Iglina Albisola Superiore, Pavic Romagnano Sesia-Adolescere Rivanazzano. FRANCO BONATTI