domenica 13 marzo 2016

JUNIOR AVBC CASALE MONFERRATO-PAVIDEA STEELTRADE FIORENZUOLA 3-0 (25-19, 25-20, 25-22). JUNIOR AVBC CASALE MONFERRATO: Pilotti 12, Vinciarelli 13, Moraschi 11, Dondi, Galazzo, Visconti, Rossi (L), Dametto 4, Fracchia 5, D'Agostino (L2), Sacco, Del Nero 1. All. Marco Ruscigni. II° all. Juan Gabriel Perez. PAVIDEA STEELTRADE FIORENZUOLA: Hodzic 1, Errichiello 15, Rocca 5, Vignola, Barbarini 8, Micheletti, Guccione 3, Sotera 9, Pedemonte 2, Scalera, Picco (L), Riboni (L2). All. Giovanni Errichiello. Aiuto all. Max Dioni, Davide Conti. ARBITRI: Andrea Cantono e Ilaria Tersigni di Torino. ALESSANDRIA-Una serata da incubo. L'ennesima. La Pavidea Steeltrade crolla ad Alessandria al termine di tre set che le ragazze di Giovanni Errichiello non hanno saputo interpretare con lo spirito tipico di una squadra che punta ad accomodarsi sul treno che porta gli spareggi.Al cospetto di una Junior Avbc determinata a mettersi al sicuro da sorprese, le fiorenzuolane si sono smarrite subito dietro errori ed amnesie collettive, senza riuscire a rimettersi in carreggiata. Una battuta d'arresto che conferma quanto Guccione e compagne soffrano della sindrome da trasferta e che consente al Dkc Galliate di avvicinarsi sensibilmente alle biancorosse. Adesso il distacco tra Pavidea Steeltrade e Dkc è sceso a due punti e la corsa ai play offs diventa sempre più incerta ed interessante. Il "Palacima" è una struttura imponente dalla capienza di 1800 persone, ma con agibilità per 800. Parquet e ingresso degli spogliatoi hanno subito radicali modifiche sulla scia della alluvione che ha colpito l'intera regione. Poco più avanti, in fondo al vialone che costeggia il Tanaro, c'è lo stadio "Moccagatta" che tenne a battesimo un certo Gianni Rivera, diventato un simbolo del Milan targato Nereo Rocco. Vigilia difficile per Giovanni Errichiello che deve incassare il forfait di Alessia Testa, alle prese con guai muscolari, mentre Alysa Hodzic è a messol servizio per problemi alla schiena. Il tecnico biancorosso fa di necessità virtù e ridisegna il sestetto base con Rocca in regia, Errichiello in diagonale, Guccione e Barbarini in mezzo, Sotera e Pedemonte sulle corsie esterne e Elisa Picco a libero. Il dirimpettaio Marco Ruscini non ha grossi problemi di formazione e si affida a Giorgia Del Nero in regia, Martina Fracchia e Cristina Vinciarelli al centro, Moraschi sulla diagonale, Sara Pilotti e Camilla Dametto di banda. Pubblico accorso in buon numero sulle tribune e rappresentanza dei Pink Wolf arrivata anche in riva al Tanaro per spingere la Pavidea Steeltrade. Sorteggio che va a premiare le padrone di casa, pronte a dare il via alle ostilità con Giorgia Del Nero. Si capisce subito che per le fiorenzuolane non sarà una serata facile: scatto deciso dello Junior Avbc che si porta sul 4-0 con una ace di Del Nero. Prova a tenersi in scia la Pavidea Steeltrade, ma i meccanismi fanno acqua e le padrone di casa danno un colpo di pedale con una ace di Camilla Dametto e vanno in fuga su una invasione di Margherita Rocca (21-16). Time out per la panchina biancorossa che cambia anche il libero, mandando sul parquet la giovane promessa Martina Riboni. Errichiello e Barbarini provano a ridurre lo svantaggio, ma una battuta in rete di Caterina Errichiello ridà slancio alla Junior che timbra il set con una botta di Martina Moraschi (25-19). Si ricomincia sperando in una Pavidea Steeltrade migliore. L'illusione dura una manciata di minuti, perchè è ancora lo Junior a dettare legge. con una murata di Martina Fracchia su un attacco di Caterina Errichiello. Ritmo altissimo per le piemontesi, confusione tra le fiorenzuolane che stentano a trovare il filo del gioco. Ci provano Guccione, Sotera e Barbarini, ma hanno scarsi riscontri ed allora ci pensano una ace di Sara Pilotti ed un muro di Vinciarelli a dare la dimensione del vantaggio interno (21-16). Errichiello prova con un time out a scuotere il gruppo, ma il finale di set è tutto dello Junior che va al set ball con Cristina Vinciarelli e chiude il conto su una battuta sotto il nastro di Caterina Errichiello (25-20). Terzo round che la Pavidea Steeltrade sembra interpretare con maggiore spirito, perchè le biancorosse tengono il ritmo avversario con Barbarini ed Errichiello, vanno ad impattare con la onnipresente Noemi Barbarini e sorpassano con ace di Errichiello e murata di Margherita Rocca su Martina Moraschi (7-11). Junior che per la prima volta va in difficoltà e Pavidea Steeltrade che fila via decisa. Lo Junior Avbc non ci mette molto a riprendersi e comincia l'inseguimento che si concretizza con un attacco di Sara Pilotti che va al pareggio e una schiacciata di Martina Fracchia che sorpassa (18-17). Silvia Pedemonte manda lungo, Moraschi piega le mani a Noemi Barbarini, Rocca si fa cogliere in doppio e lo Junior va al break (21-18). Recupera terreno la Pavidea Steeltrade su un palleggio sporco di Giorgia Del Nero, Alysa Hodzic manda fuori la murata su Martina Moraschi e lo Junior tiene due lunghezze di vantaggio che Cristina Vinciarelli porta a tre chiamando il match point e andando poi a tirare la riga del 3-0 (25-22). Un'ora e quaranta minuti. La Pavidea Steeltrade rimedia un'altra scoppola pesante e incassa una sconfitta che riapre i giochi in chiave play offs. Dkc Galliate va a vincere al quinto set sul parquet della Normac Genova e si riavvicina. Visi lunghi in casa fiorenzuolana. Si cerca di stemperare tensione e delusione con un sorriso. Si prova a guardare avanti. Sabato si ritorna al Palamagni: arriva il Lilliput di Settimo Torinese. Bisogna fare tre passi avanti. Anche all'ora dell'aperitivo. FRANCO BONATTI