giovedì 30 giugno 2016

ALICE MORELLI

Il campionato l'ha visto dalla tribuna. Colpa di un crociato. Allora ha deciso di riprovarci. Alice Morelli si rimette in gioco. Portando in dote un anno in più, tanta voglia di sedersi in prima fila e quel carattere forte che si porta dietro fin dagli inizi pallavolistici. Il centrale di Ottavello ha scelto ancora Fiorenzuola. Perchè lì si sente a casa. Tra amiche. "Chi lascia la strada vecchia per la nuova, sa quel che lascia e non sa quel che trova". Un proverbio che Alice ha imparato a memoria. E che l'ha fatta diventare sorda alle sirene di mercato. Una conferma importante in un reparto centrale orfano di Valentina Guccione, ma nel quale il tecnico Roberto Marini può contare su Gaia Sfogliano e Noemi Barbarini, coppia da amalgamare ma che dà molte garanzie. Alice "treccianera" Morelli è pronta ad imparare la lezione e ha già preso la rincorsa per tornare sul parquet del "Palamagni" e dare un calcio alla sfortuna. Magari sul ginocchio. "L'infortunio.spiega Alice-mi ha pesantemente condizionato. Spero che quest'anno riesca a riscattarmi. Ho voglia di riprendere il ritmo. Sto continuando a curarmi con fisioterapia e riabilitazione in acqua e continuo a sentirmi meglio. Non vedo l'ora di cominciare ad allenarmi". -A proposito di allenamenti: quest'anno troverai Roberto Marini, uno che pretende molto e fa lavorare sodo-. "Sì. Ho avuto già l'occasione di assistere ad un allenamento e ne ho ricavato una impressione ottima. D'altra parte, gli allenatori con gli attributi mi piacciono e credo, quindi, di trovare il giusto feeling". -La squadra è molto rinnovata rispetto all'anno scorso. Che idea ti sei fatta?- "Molte ragazze non ho avuto ancora il piacere di conoscerle, ma certamente la società avrà scelto ad hoc per potersi mantenere ai livelli dello scorso anno. Auguro, comunque, alle mie ex compagne di squadra di trovare anche lontano da Fiorenzuola tutte le soddisfazioni che meritano". -Sarà un campionato molto competitivo. E poi troverete il derby contro la neopromossa Conad Alsenese-. "E' una squadra ambiziosa e rispettabile, perchè negli ultimi anni hanno giocato sempre ad alti livelli. Il derby è una gara del tutto particolare e sono convinta che riusciremo a trovare carica e motivazioni". -Manca ancora parecchio al campionato, ma tu sei già arrivata al top dal lato emotivo e caratteriale?-. "Sono veramente impaziente di rimettermi in campo. Vedo sempre più vicino il giorno del rientro e la forma sta crescendo assieme allo spirito". FRANCO BONATTI