martedì 13 settembre 2016

INTERVISTA A GUARNIERI MARIANO, NUOVO DG DELLA PAVIDEA ARDAVOLLEY FIORENZUOLA

- Dopo tanti anni da Direttore Sportivo nel calcio dilettantistico tra Fidenza e Fiorenzuola cosa ti ha spinto ad accettare questo nuovo incarico ? - Dopo 6 anni nei quali ho centrato assieme a staff e società due promozioni in serie D a Fidenza e Fiorenzuola e due salvezze che valevano come una vittoria, ho avuto una stagione negativa culminata con un’amara retrocessione. Non l’ho vissuta bene, avevo voglia di un’esperienza nuova, di “aria fresca” e per questo ho detto no ad alcune società calcistiche della zona. L’amicizia con il Presidente (Roberto Bargazzi ndr) poi è stata determinante per accettare. E anche la mia famiglia ha contribuito, soprattutto mio figlio che l’anno scorso mi pregava di portarlo a vedere la partita di pallavolo dove giocava la sua amica Valentina… - Come è stato il primo impatto con questa nuova realtà? - Ottimo, sotto tutti i punti di vista. Ho trovato validi collaboratori, da Antonella una colonna di questa società, a Matteo Scotti il nostro pirotecnico e poliedrico team manager. Senza scordare l’allenatore, Roberto Marini, un innamorato del volley, competente ma umile, sempre disposto ad ascoltare e confrontarsi e Giovanni Berzioli che insieme a me ha saltato il guado e ha sposato la pallavolo dopo tanti anni di calcio. - Differenze più evidenti tra il mondo del calcio maschile rispetto a quello della pallavolo femminile ? - La prima cosa che ho notato è la differenza di cultura sportiva. Se nel calcio l’ossessione nella ricerca della vittoria e del risultato ti fa vivere la settimana con mille tensioni, nella pallavolo si vive tutto con più serenità. La ricetta “la partita del sabato è lo specchio di come ti alleni durante la settimana” è uguale ma la si vive con meno nervosismo e con qualche sorriso in più. Inoltre, e qui mi farò qualche nemico tra i miei amici che giocano a calcio, le ragazze del volley sono meno coccolate e viziate dei calciatori ! - Che obiettivi vi siete posti in Società per la stagione che inizierà il 15 Ottobre? - Siamo una società e una squadra rinnovata radicalmente. Vorremmo evitare di essere risucchiati in lotte per non retrocedere e fare un buon Campionato senza patemi e divertendoci, facendo divertire anche il pubblico. Dai primi allenamenti mi sembra una squadra equilibrata, unita e pronta a stupire. - Parliamo di Settore Giovanile. Sappiamo quanto la proprietà ci tenga a far ripartire un movimento che negli ultimi anni ha prodotto poche giocatrici da lanciare in prima squadra. - Il progetto ArdaVolley, che coinvolge oltre a noi anche Cadeo, Club Volley 92 Piacenza e Cortemaggiore, lo riteniamo un progetto valido, ma che ha bisogno di maggiori sinergie e di maggior visibilità. Ci stiamo lavorando sia dal punto di vista tecnico che organizzativo. Ci vorrà tempo ma rilanciare il settore giovanile sarà nostra priorità e ci lavoreremo in maniera assidua e convinta..