martedì 8 novembre 2016

Pavidea Fiorenzuola - Offanengo 2-3

Pavidea Fiorenzuola - Offanengo 2-3 (25-21 19-25 21-25 25-15 2-15) Pavidea: Donida 13, Cattaneo 18, Premoli ne, Messaggi ne, Tosi 8, Ermoli 5, Coti Zelati (L), Morelli 2, Sfogliano 2, Vignola 1, Hodzic 12, Scapuzzi. All. Marini Offanengo: Caravaggi ne, Longhi ne, Dolera, Marchesetti, Sghedoni 4, Lodi ne, Fontanari 21, Musiari (L), Bocchino 13, Vasta ne, Rettani 13, Boglio 7, Ginelli 17. All. Nibbio. Lotta, cade, si rialza ma alla fine crolla al quinto set una Pavidea che a tratti ha infiammato il numeroso pubblico presente sugli spalti del PalaMagni ma che ha conquistato un solo, pur prezioso, punticino contro un Offanengo che ha mostrato maggior tenuta mentale e atletica in un finale amaro per le padrone di casa. Unica novità nel sestetto schierato da Marini Alice Morelli al posto di Gaia Sfogliano. Vignola in regia con Hodzic opposta, Tosi e Donida in banda e Cattaneo l'altro centrale. Coti Zelati, una vita a Offanengo, libero. Primo set : parte forte la squadra di casa con Donida continua nel martellare e Cattaneo che in fast risulta imprendibile per le cremonesi. Vola 11-6 la squadra di Marini ma l'Offanengo non ci sta e rosicchia un punto alla volta e arriva ad impattare a quota 16 con un ace di Ginelli. Sono ancora Donida e Cattaneo nel finale di set ad ergersi protagoniste e al primo set point Hodzic firma il 25-21. Secondo set : equilibrio nella prima parte di set con Fontanari brava a scardinare il muro piacentino con primi tempi anticipati letali. Un paio di errori di Hodzic è uno di Donida lanciano le ospiti avanti 12-7. Poi è Ginelli in battuta che fa il vuoto. Realizza 3 ace consecutivi e in un amen Offanengo avanti 18-8. Marini prova a correre ai ripari inserendo Ermoli per Hodzic e le biancorosse provano a ricucire con l'aiuto del pubblico. Ma la rimonta è parziale, Ermoli firma il 15-20 ma un ace di Boglio e una invasione fischiata a Morelli chiude il set per le cremonesi 25-19. Terzo set : dopo un 3-0 x le ospiti, sale in cattedra Cattaneo che in un "one woman show" porta le compagne avanti 11-8. Ancora gli errori condannano le piacentine che subiscono la difesa avversaria, forzano e sbagliano. Marina Cattaneo, sempre lei, piazza un muro e una fast vincente e riporta in parità a 17 la sua squadra. Ancora due ace subiti da Sghedoni e Fontanari riportano avanti le cremonesi brave a non far cadere quasi nulla. Sul 21-24 un errore in battuta di Donida chiude il set x le ragazze di Nibbio. Quarto set : quando si pensa a questo punto di una resa delle giovani di Marini al cospetto di un Offanengo lanciato verso il successo, la reazione delle biancorosse è commovente e la Hodzic, in ombra fino a qui, decide di lasciare il segno e con l'aiuto di una Tosi fin qui non pervenuta scardina la difesa ospite e Pavidea che vola 14-11. Le cremonesi provano a rientrare , si riportano sotto 14-15 m il finale è tutto biancorosso con Hodzic devastante e due punti consecutivi di Morelli firmano il parziale 10-1 e il finale di set 25-15. Quinto set: le biancorosse pagano lo sforzo del quarto e cedono di schianto. Tosi murata senza pietà, Bocchino brava a firmare 3 attacchi da posto 4 e soprattutto una ricezione disastrosa determinano la fuga decisiva delle cremonesi che volano 10-0. 3 ace subiti anche in questo set e Offanengo che si aggiudica in un inconsueto 15-2 un quinto set nel quale le ragazze di Marini non sono proprio scese in campo. Se si vuole guardare il bicchiere mezzo pieno evidenziamo una bella reazione delle biancorosse è un primo set giocato come meglio non si può, se si vuole guardare quello mezzo vuoto da condannare l'atteggiamento rinunciatario del quinto. 16 ace subiti sono numeri davvero poco incoraggianti e anche a muro (11 contro 6) c'è da lavorare. Sabato trasferta a Marudo. Basta alibi. Si va per vincere, senza se e senza ma.